Federico Cuomo: “Ho fiducia nel gruppo storico del Massa”

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

Cuomo_massa

La piazza di Massa Lubrense ha vissuto un’estate di passione. Il ricordo del palpitante finale della stagione scorsa che aveva visto i nerazzurri difendere con le unghie e con i denti la categoria è ancora fresco e stampato nella memoria degli oltre 300 supporters massesi giunti al “Cerulli” per sostenere la propria squadra nell’ultimo atto del Campionato di Eccellenza. Montaperto portava in vantaggio la squadra guidata allora da Gargiulo, mentre Aiello metteva il suo sigillo con il gol decisivo del 2-2 dopo la rimonta in avvio di ripresa del Faiano. Un pari (che garantiva la permanenza in virtù del miglior piazzamento nella stagione regolare) difeso con grinta e cuore fino al 120’ nonostante un arbitraggio discutibile che lasciava i massesi in 10 per la dubbia espulsione dello stesso bomber Montaperto.
Un concentrato di emozioni che, soltanto pochi mesi fa, rischiavano di essere vanificate da alcuni problemi societari che avevano messo seriamente a repentaglio la continuità del calcio nella città dell’olio.
Fortunatamente, l’allarme è poi rientrato. La piazza ha tirato un enorme sospiro di sollievo quando la società ha annunciato di aver portato a termine le pratiche per l’iscrizione della squadra al massimo campionato regionale per il quarto anno consecutivo.

Nel frattempo, cambia la guida tecnica. Dopo il triennio di Luigi Gargiulo, la squadra è ora agli ordini di Federico Cuomo, che non vede l’ora di rimettersi in gioco e guidare il Massa Lubrense verso una salvezza da conquistare senza patemi, attraverso lavoro, organizzazione e senso di appartenenza. Concetti che esprime con fermezza nelle sue prime parole da allenatore nerazzurro.

Dopo 2 anni fermo, quest’anno il gradito ritorno su una panchina in Costiera. Per lei l’opportunità di rimettersi in gioco in una piazza importante come Massa Lubrense.

“Per me si tratta di un doppio ritorno, sia in Eccellenza che a Massa Lubrense, piazza prestigiosa che conosco molto bene e ritrovo con immenso piacere. Speriamo di fare bene e di salvarci con anticipo”.

Crede possibile mettere in pratica in questa realtà il suo progetto di squadra composta principalmente da ragazzi della Penisola Sorrentina?

“Ci spero, perché credo tanto nei ragazzi del posto. Ho tanta fiducia nel gruppo storico del Massa Lubrense, punterò su di loro ed attingerò da realtà extra-peninsulari solo per coprire ruoli in cui saremo carenti”.

Che risposta ha avuto dai suoi calciatori dopo il suo primo giorno di lavoro?

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

“La risposta più importante l’ho avuta prima ancora di iniziare. I ragazzi si sono subito messi a disposizione sotto tanti punti di vista ed oggi erano entusiasti e vogliosi di lavorare. Posso già dire che siamo partiti con il piede giusto”.

Cosa manca al Massa Lubrense a poco più di un mese dal via del campionato?

“Mancano ancora 3/4 elementi per completare l’organico a nostra disposizione e credo che subito dopo Ferragosto sarò in grado di lavorare con tutta la rosa al completo”.

Quale sarà il programma di lavoro che svolgerà la squadra durante il pre-campionato?

“Faremo 3 settimane complete condite da qualche amichevole e l’ultima settimana di scarico in vista della Coppa Italia”

Per il Massa Lubrense è un anno zero. Si riparte, dopo il rischio scongiurato di restare senza calcio, con grande voglia di riscatto ed ambizioni rinnovate.

“La dirigenza è riuscita a risolvere alcuni problemi, potendo così garantire al Massa Lubrense la permanenza in Eccellenza, e ho avuto l’onore di essere chiamato a far parte di questo progetto. Partiamo da zero e ci assumiamo la piena responsabilità delle sorti di questa squadra. Daremo del nostro meglio per conquistare quanto prima la salvezza”.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!