Città di Sorrento, Scarpa è definitivamente rossonero

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
Francesco Scarpa (Foto Il Cigno Art)

Francesco Scarpa (Foto Il Cigno Art)

Il matrimonio tra Francesco Scarpa ed il Città di Sorrento si farà. Dopo i primi contatti risalenti alla prima decade di luglio e l’incontro verità dell’inizio della scorsa settimana che aveva virtualmente vestito di rossonero l’ex capitano del Savoia, la trattativa tra il patron costiero Franco Giglio ed il talentuoso esterno offensivo stabiese sembrava essersi completamente arenata, complice anche l’interesse dell’Ischia, con cui Scarpa, in attesa di trovare l’accordo economico, si stava allenando al complesso sportivo “Kennedy” dei Camaldoli dallo scorso giovedì.

Nella giornata di ieri, invece, il colpo di scena che ha letteralmente sparigliato le carte in tavola. In mattinata, infatti, Scarpa ha svolto le visite mediche di rito con la società isolana, ma nel pomeriggio qualcosa è andato storto: intorno alle 17.00, infatti, mezz’ora prima dell’inizio dell’amichevole contro l’Equipe Avellino, il calciatore ha comunicato all’allenatore Bitetto ed al consulente di mercato Femiano la decisione di lasciare immediatamente il ritiro napoletano, non partecipando quindi nemmeno all’incontro in programma con gli svincolati irpini, per il quale era già stato inserito in distinta con la maglia numero dieci, poi sostituito da Colantoni.

Dietro al dietrofront lampo del classe 1979, l’affondo deciso di Franco Giglio. In tarda serata, infatti, il numero uno rossonero ha incontrato sulla piscina del Grand Hotel “Parco del Sole” il fantasista dell’agente, Mario Fogliamanzillo, trovando quell’accordo definitivo su cui, nelle prossime ore, Scarpa apporrà in calce la propria firma, diventando, stavolta senza possibilità di ripensamenti, la punta di diamante dell’attacco costiero.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!