Città di Sorrento, c’è l’accordo con Scarpa: “Qui per Franco Giglio”

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
Francesco Scarpa

Francesco Scarpa

Ciccio Scarpa al Città di Sorrento. L’ufficialità ancora non c’è, ma è bastata la classica stretta di mano tra il fantasista stabiese ed il patron Franco Giglio per far vestire, almeno virtualmente, i colori rossoneri all’ex capitano del Savoia.

Dopo un lungo corteggiamento, di cui il nostro portale ha dato notizia già il 14 luglio, il fatidico sì è arrivato sulla piscina del Grand Hotel “Parco del Sole”. Un sì convinto, di un calciatore che a trentasei anni si ritrova a vivere una seconda giovinezza: nelle ultime due stagioni, Scarpa ha infatti messo a segno trentaquattro reti tra serie D (ventiquattro) e Lega Pro (dieci), le stesse siglate in nei quattro anni con la Paganese (venti nel biennio 2006/2008, con la promozione dalla C2 alla C1, e quattordici dal 2011/al 2013). In mezzo alle esperienze in maglia azzurrostellata, nel suo curriculum Scarpa vanta, tra le altre, anche due stagioni in B, con la Salernitana (2008/2009) ed il Portogruaro Summaga (dal gennaio 2011).

Classico esempio di genio e sregolatezza, l’ex numero dieci oplontino non ha dubbi sui motivi che l’hanno spinto ad accettare la corte del sodalizio costiero: “Sono qui per Franco Giglio, il quale, oltre ad essere un gran signore, è da sempre garanzia di affidabilità e serietà”. La stima verso il patron costiero ha spinto Scarpa ad accettare il progetto senza avere la certezza di conoscere ancora la categoria: “Ovviamente siamo tutti in attesa della D. Ripartire dai dilettanti nazionali darebbe sicuramente più slancio a tutto il progetto. Nell’attesa, posso solo garantire ai miei nuovi tifosi che sul rettangolo di gioco farò di tutto per far rinascere al più presto i colori rossoneri”.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!