Città di Sorrento, Di Nola chiarisce: “Ecco perchè possiamo essere ripescati”

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
Pasquale Di Nola

Pasquale Di Nola

“Il Città di Sorrento ha piena fiducia nel lavoro minuzioso del dipartimento della Lega Nazionale Dilettanti, insieme alla Co.Vi.So.D sulle indagini relative alle domande di iscrizione al campionato”.

L’intervento secco e preciso è quello del direttore generale Pasquale Di Nola. Il dirigente del sodalizio che indosserà nella prossima stagione il rossonero, chiarisce così la posizione della società sulla situazione e sulle notizie che rimbalzano sul web: “Prima di presentare la domanda di ripescaggio, abbiamo consultato i legali che si occupano di legislazione sportiva riscontrando pareri positivi che ci hanno spinto ad inoltrare la documentazione richiesta dalla Lega. Il nostro quadro economico e la nostra richiesta hanno già superato l’esame della Covisod”.

Di Nola entra poi nello specifico di quelli che sono stati i comunicati ufficiali emessi dalla Lega Nazionale Dilettanti e dalla Figc Campania: “Se dovessimo fare fede a quanto scritto all’interno del comunicato 112 del 23 marzo 2015 della Lega Nazionale Dilettanti, potremmo avere qualche remora, ma ciò che ci conforta è la decandeza delle preclusioni che viene fuori dalla lettura del comunicato numero 1 del 1 luglio 2015 emesso dalla Figc Campania. Infatti, nello stesso, i vertici del calcio campano hanno chiaramente espresso che la vittoria della Coppa Disciplina nell’ultimo triennio faccia decadere qualunque sorta di preclusione”.

Un chiarimento che è dettato dalla particolare posizione in cui si trova il neonato Città di Sorrento: “Avendo ereditato la stessa matricola del Sant’Agnello possiamo avvalerci dei tre successi negli ultimi quattro anni di ben tre Coppe Disciplina, abbattendo in un sol colpo qualunque preclusione di sorta – specifica il dg. – Il comunicato 112 della Lega Nazionale Dilettanti stila dei punteggi e delle preclusioni relative, solo ed esclusivamente valide per le società appena retrocesse dalla D. In questo caso nello specifico riporto quando scritto sul comunicato: “esclusione dalla graduatoria di ripescaggio per il completamento dell’organico 2015/2016, per quelle società che ne abbiano beneficiato, in qualunque categoria, in una delle seguenti stagioni sportive 2012/2013, 2013/2014, 2014/2015″.

Il valore del punto di vista del dirigente costiero prende maggior forma quando analizza il passaggio finale del comunicato 204 che si rivolge alle società perdenti gli spareggi promozione nazionale di Eccellenza. Il perchè è svelato da Di Nola: “E’ vero che nel comunicato si legge come ci possa essere una “esclusione dalla graduatoria di ripescaggio per il completamento dell’organico 2015/2016, per quelle società che ne abbiano beneficiato,  in una delle stagioni sportive 2012/2013, 2013/2014, 2014/2015″, ma non entra nello specifico della categoria. Restiamo comunque fiduciosi ed in attesa di conoscere il nostro futuro a breve”

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!