Sant’Agnello, i programmi del settore giovanile e della scuola calcio

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

Sant'AgnelloVent’anni e non sentirli. Il F.C. Sant’Agnello scalda i motori in vista della prossima stagione agonistica, la ventesima consecutiva di attività a partire dal 1996, anno di fondazione del sodalizio bianco blu.

Ancora una volta, saranno scuola calcio e settore giovanile il cuore pulsante della società santanellese, affermatasi negli ultimi anni come uno dei migliori vivai dell’intero movimento dilettantistico campano. Col passaggio informale della prima squadra sotto la denominazione Città di Sorrento, di cui Franco Giglio rappresenta il dominus riconosciuto, il movimento giovanile santanellese acquista, poi, ancora maggior appeal: il progetto di rilancio del calcio sorrentino che ha in mente l’ex patron della Juve Stabia poggia le sue basi proprio sul settore giovanile, considerato quale serbatoio inesauribile per la prima squadra, da cui annualmente attingere per la costruzione di gran parte della rosa.

In tale ottica, la famiglia Negri è già al lavoro per preparare la prossima annata calcistica, il cui via è previsto per gli inizi di settembre, che vedrà scuola calcio e settore giovanile partecipare, sotto la denominazione F.C. Sant’Agnello, a tutti i campionati, sia regionali che provinciali, organizzati dalla FIGC con una o più squadre per categoria, per garantire a tutti i giovani calciatori la possibilità di giocare e divertirsi.

Le attività saranno svolte interamente presso lo stadio “Comunale” di viale “Dei pini”, fresco di restyling dopo i lavori di ampliamento del terreno di gioco, che sarà, entro la metà di agosto, ricoperto da un tappeto di erba sintetica di ultima generazione in sostituzione del fastidioso terreno che c’era in precedenza. Per quanto riguarda lo staff tecnico, invece, in attesa di alcune new entry, sono stati confermati in blocco tutti gli allenatori che hanno concluso la passata stagione, ovvero Francesco Nardo, Giuseppe Cappiello, Daniele Cacace, Gaetano Miniero, Francesco Soldatini e Ferdinando Uliano, così come i collaboratori Giancarlo D’Esposito, Gianmario Rega ed Antonio Iaccarino.

La nostra società è da ormai vent’anni garanzia di affidabilità per la crescita sportiva e morale di ogni giovane – afferma soddisfatto Giovanni Negri, responsabile della scuola calcio santanellese. – Sia per i bambini della scuole calcio che per il settore giovanile, il nostro interesse è quello di offrire loro gli strumenti per credere nel sogno di entrare nel mondo del calcio ma, nel contempo, collaboriamo con le famiglie affinchè crescano con i valori ed i principi dello sport pulito. Per questo motivo, il nostro staff tecnico è composto da professionisti che sono prima educatori e poi allenatori”

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!