Città di Sorrento, c’è l’intesa con Fragiello

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
Gennaro Fragiello, già rossonero nella stagione 2007/2008

Gennaro Fragiello, già rossonero nella stagione 2007/2008

E’ Gennaro Fragiello la prima tessera del mosaico Città di Sorrento. L’attaccante napoletano classe 1984 ha trovato l’intesa con il patron Franco Giglio, diventando così il primo terminale offensivo a disposizione dell’allenatore Mario Turi.

Classico attaccante di manovra dotato di fisico aitante e spiccato senso del gol, per Fragiello si tratta della seconda esperienza in penisola sorrentina. Nella stagione 2007/2008, infatti, fu l’ariete del Sorrento in C1: in quell’annata collezionò venticinque presenze e quattro reti, tra cui quella storica alla prima giornata quando, con un inzuccata delle sue, regalò i tre punti ai rossoneri in casa dell’Arezzo. Altro gol pesante fu quello siglato in casa della Pistoiese, battuta 1-0, così come quello che aprì le danze nella vittoria in quel di Martina per 2-1. L’unico gol segnato tra le mura amiche dello stadio “Italia” fu, invece, quello che chiuse il derby con la Juve Stabia, vinto dai costieri per 3-1 con le altre realizzazioni di D’Isanto e di Sasà Sibilli, con un cucchiaio a Prisco dagli undici metri.

Dopo la stagione in costiera, Fragiello ha vestito le maglie di Cassino, Salernitana (tre presenze in serie B), Como, Viribus Unitis, Arzanese e Mariano Keller. Lo scorso campionato, invece, ha iniziato con il Fondi, in serie D (tredici presenze e quattro gol), passando a dicembre all’Arzanese, alla quale non sono bastate le sue due reti in sedici presenze ad evitare la retrocessione in Eccellenza al club della famiglia Serrao.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!