Giuseppe Borrello alla guida del settore giovanile dell’A.S.D. Città di Nocera 1910

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

Borrello-300x255

Il rossonero resta nel cuore di Giuseppe Borrello, visto che il profondo conoscitore del calcio giovanile campano e non solo si trasferisce da Sorrento alla nuova A.S.D. Città di Nocera 1910. Società nata pochissimi giorni fa in seguito alla fusione tra il Città di Agropoli e la Matteo Solferino C5, e che molto probabilmente sarà inserita nello stesso girone della compagine costiera ai nastri di partenza del prossimo campionato di Eccellenza .
L’organizzazione sarà, come di consueto, alla base del suo lavoro affinché il settore giovanile molosso possa diventare fucina di nuovi talenti. Il Città di Nocerà avrà l’obbligo di partecipare al Campionato Juniores mentre, allo stesso tempo, lo staff tecnico farà il possibile per allestire squadre competitive in grado di poter dire la loro nei campionati regionali di Allievi, Mini Allievi, Giovanissimi e Mini Giovanissimi.
Borrello, già in passato supervisore del settore giovanile rossonero da cui son partiti talenti del calibro di Immobile, Zito ed Armellino, lascia la Terra delle Sirene al termine di una stagione in cui sono stati raggiunti risultati positivi nonostante situazioni extra-sportive che potevano rendere molto tribolato il cammino dei ragazzi costieri. I problemi societari, il fuggi-fuggi invernale, l’esilio a Nocera Superiore ed i mal di pancia della prima squadra per situazioni ben lontane dall’ordinarietà sono stati vissuti con il dovuto distacco.
Tra pochi mesi i destini di Sorrento e Nocera torneranno ad incrociarsi, nonostante le tante nubi che ancora rendono piuttosto nero il futuro prossimo del Sorrento Calcio.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!