Giovanissimi Meta, la Coppa Campania ACSI sfuma ai rigori

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
Meta e San Giuseppe Vesuviano in campo per la finale della Coppa Campania ACSI

Meta e San Giuseppe Vesuviano in campo per la finale della Coppa Campania ACSI

E’ fatale la lotteria dei calci di rigore per i Giovanissimi del Meta. La Coppa Campania regionale, torneo organizzato dall’AICS di Scafati, sfuma infatti dagli undici metri, con il San Giuseppe Vesuviano che torna dal “Comunale” di Massaquano con l’ambito trofeo. Finale amaro, quindi, per i classe 2000 allenati da Carlo De Gregorio, che terminano comunque a testa altissima la loro stagione agonistica: il Meta, infatti, è stato padrone assoluto del match, ma ha dovuto fare i conti con l’imprecisione sotto porta dei suoi attaccanti, che non hanno sfruttato al meglio l’enorme mole di occasioni create.

La prima occasione degna di nota del match è di marca ospite: dopo poco più di un giro di lancette, infatti, Francesco Ambrosio si trova solo davanti a Coticelli, ma il suo sinistro in diagonale termina di poco a lato. L’antifona per i metesi sembra insomma la solita, con i biancoazzurri che, nelle partite importanti, non riescono a dominare le emozioni e finiscono col non esprimersi al meglio. Stavolta, però, la musica è diversa: l’ansia della finale dura poco, giusto il tempo per carburare e far valere il miglior tasso tecnico rispetto ad un avversario ben messo in campo ma carente d’individualità. I primi tentativi del Meta arrivano tutti da calcio piazzato (9’ e 12’) ma Cafiero prima manca il tap – in di testa sul secondo palo di un soffio, poi non trova lo specchio della porta con una zampata in mischia. Al 29’ fa tutto bene Vanacore che va via sulla destra e centra per Cuomo, il cui tiro, però, termina ampiamente alto. Il San Giuseppe Vesuviano risponde tre minuti dopo con Mercurio, il cui sinistro dal limite è facile preda di Coticelli. In chiusura di tempo altro squillo del Meta: punizione di Vanacore nel mucchio, La Penna salta più in alto di tutti ma sulla sua strada trova un attento Nappo a mettere in angolo.

La ripresa si apre con i biancoazzurri ancora in avanti. Al 5’, infatti, sugli sviluppi di un calcio d’angolo, La Penna, tutto solo sul secondo palo, colpisce di testa incredibilmente a lato da due passi. Il numero undici locale si fa però perdonare al 9’ quando inventa un assist al bacio nel corridoio per Cafiero che, però, conclude a lato da ottima posizione. Al 13’ arriva la doccia gelata per i ragazzi di De Gregorio: su un tiro dalla bandierina di Francesco Ambrosio, La Penna, involontariamente, spizza male il pallone, che termina beffardo alle spalle di Coticelli. Il vantaggio dei vesuviani dura, però, appena tre minuti grazie a Cafiero che si guadagna e realizza con un diagonale preciso il calcio di rigore che vale l’1-1. Dopo il pari la partita perde di ritmo: il caldo e la girandola di sostituzioni spezzano le trame di gioco di entrambe le squadre che, dopo un tentativo ancora di Cafiero alla mezz’ora, terminano i tempi regolamentari senza né vincitori né vinti.

La Coppa Campania ACSI, quindi, si assegna dagli undici metri, dove i vesuviani sono più freddi e precisi dei pari età metesi: Salvatore, Miranda, Francesco e Daniele Ambrosio battono Coticelli, mentre Cafiero si fa ipnotizzare da Nappo e Vanacore scheggia l’incrocio dei pali, con il solo Balsamo che realizza.

META – SAN GIUSEPPE VESUVIANO 1-1 (4-1 d.c.r.)

Marcatori: 13’ aut.La Penna (M), 16’ s.t. rig. Cafiero (M)

Sequenza rigori: Salvatore (S) gol, Cafiero (M) parato; Ambrosio D. (S) gol, Vanacore (M) fuori, Miranda (S) gol, Balsamo (M) gol, Ambrosio F. (S) gol.

META (4-1-4-1): Coticelli; Romano, Scarpato, Sicignano (dal 14’ s.t. Manfredi), Balsamo; Coppola; Cafiero, Vanacore C. La Penna (dal 20’ s.t. Gargiulo), Russo (dal 22’ s.t. Perrusio); Cuomo. A disp: Spira, Lauria, Perrusio, Astarita, Vanacore E. All: De Gregorio.

SAN GIUSEPPE VESUVIANO (4-4-2): Nappo G; Sorrentino, Nappo A. Salvatore, Pagano (dal 29’ s.t. Vitiello); Silvestri, Miranda, Annunziata, Ambrosio F; Mercurio, Ambrosio D. A disp: Giudice, Ferraro, Caldarelli P. All: Caldarelli V.

Note: ammoniti: Balsamo (M), Nappo A. (S), Pagano (S), Sorrentino (S), Scarpato (M), Gargiulo (M); espulso: al 35’ s.t. Gargiulo (M) per proteste; calci d’angolo: 4-2; recuperi: 1’ primo tempo, 2’ secondo tempo; presenti circa 50 spettatori.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!