Damiano Genovese: “Il progetto riparte dall’Eccellenza”

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
Damiano Genovese (foto Penna)

Damiano Genovese (foto Penna)

Le scadenze per l’iscrizione al prossimo campionato di Eccellenza incombono, ed è così che il Presidente del Sorrento Calcio, Damiano Genovese, interviene in esclusiva al nostro portale per illustrare le strategie con cui la società si appresta ad affrontare l’imminente stagione calcistica

Come procede l’iter burocratico relativo relativo alla gestione degli impianti sportivi per la stagione che sta per iniziare?

“La settimana scorsa ho avuto un incontro con il sindaco Giuseppe Cuomo, al termine del quale quest’ultimo promise di rendere noto entro 7 giorni quali spazi avrebbe destinato al Sorrento Calcio per la stagione 2015/2016. In data odierna ho depositato presso l’Ufficio Protocollo del Comune di Sorrento una richiesta per sapere se esiste effettivamente un debito a nome della società. Qualora fosse così, intendo andare a fondo nella vicenda e capire a quanto ammonta e attraverso quali modalità estinguerlo. È infatti mia intenzione sistemare tutte le vecchie pendenze. Sono fiducioso e mi aspetto al più presto una risposta del Sindaco e della nuova Amministrazione, sperando che tutto si svolga nel rispetto di leggi e regolamenti e non attraverso favoritismi di alcun tipo. Dispiace piuttosto dover constatare un immotivato atteggiamento ostile da parte dell’ex assessore allo sport. Ho presentato allo stesso tempo un’ulteriore richiesta per stabilire una convenzione al fine di poter utilizzare le strutture di Via Califano fin da subito, in modo da poter già programmare la prossima stagione. Non bisogna dimenticare che, nonostante tanti si augurino e spingano verso il fallimento di questa società, il Sorrento Calcio è attivo con ben 7 compagini tra Prima Squadra, Settore Giovanile e Scuola Calcio vantando il maggior numero di tesserati in tutta la Campania”.

Quanto è stato realmente vicino all’acquisizione del titolo sportivo del Gragnano?

“Il Sorrento paga situazioni passate che hanno impedito la disputa del prossimo campionato di Serie D. Pur essendo la prima, o tra le prime in graduatoria per un possibile ripescaggio in Quarta Serie, la società è penalizzata dall’illecito compiuto nella partita Juve Stabia-Sorrento giocata il 5 aprile 2009, e le cui sanzioni sono state comminate nel 2011. Nonostante ciò, sono stato vicinissimo all’acquisizione del titolo del Gragnano Calcio, saltato soltanto in extremis per l’intervento della ditta Lucio Garofalo, che sponsorizzando il club, ha garantito ai leoni la partecipazione alla categoria meritatamente guadagnata sul campo. La dirigenza gialloblù mi aveva anche offerto di affiancare la nuova compagine societaria ma ho gentilmente declinato l’offerta, perché credo nel progetto Sorrento. Non riesco a comprendere, però, tanto accanimento nei miei confronti dal momento che sono subentrato soltanto negli ultimi mesi e non posso certo essere additato delle scellerate gestioni precedenti a cui sono totalmente estraneo. ”

La sua gestione continuerà quindi anche in Eccellenza? Con quali ambizioni?

“Posso assicurare la continuità del progetto. Il Sorrento Calcio parteciperà al prossimo campionato di Eccellenza. L’obiettivo sarà quello di riconquistare quanto prima la Serie D, perché ovviamente un piano che ambisce al lancio ed alla valorizzazione dei giovani richiede almeno la partecipazione alla prima lega dilettantistica nazionale. Non voglio fare grandi proclami, perché nel calcio investimenti massicci non implicano la vittoria dei campionati, ma il salto di categoria giungerà attraverso la pianificazione e la programmazione degli obiettivi”.

Scuola Calcio, Settore Giovanile e Prima Squadra. Crede sia possibile creare un unico filo conduttore?

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

“La nostra società punta, per tornare ai vertici, a realizzare una scuola calcio che possa formare in futuro potenziali campioni. Non ci sarà più come quest’anno l’affiliazione all’Accademia Calcio Sorrento, ma io in prima persona, coadiuvato da tecnici qualificati, mi occuperò dell’attività giovanile perché la Scuola Calcio rappresenta la madre della prima squadra e di conseguenza del Sorrento Calcio. Avremo inoltre rapporti privilegiati con osservatori, tecnici e direttore delle squadre più importanti dalla Serie A alla Lega Pro.
Sono certo che a Sorrento si può lavorare bene perché c’è un settore giovanile molto ambito dal quale poter sfornare ottimi prospetti. Per far calcio qui in Costiera ho rifiutato piazze importanti come San Benedetto del Tronto, Chieti e Cava de’ Tirreni.

Già segnato il destino di “big” quali Ferraro e Di Somma? 

“Non nascondo che sono piovute sul tavolo richieste importanti per i pezzi pregiati della “rosa” rossonera, ma non c’è nulla di concreto. Tutto sarà più chiaro e definito entro il 31 luglio”.

Qual è la posizione della società sulle indagini legate al calcioscommesse che hanno coinvolto Paolo Somma e Pignatta?

“Siamo dispiaciuti per il comportamento dell’attaccante argentino Pignatta, coinvolto nel filone “Dirty Soccer” sul calcio scommesse. Aspettiamo gli sviluppi delle indagini e valuteremo poi il da farsi coadiuvati dall’ Avv. Chiacchio”.

Questione debiti pregressi e spettanze arretrate?

“Ho tolto alcuni debiti vecchi e pagato la gestione fino a maggio. All’inizio di questo mese, in accordo con gli interessati, è stato stabilito che gli stipendi di calciatori, staff e dipendenti sarebbero stati saldati entro il 31 agosto. Ci tengo a sottolineare che, subito dopo il mio insediamento, ho provveduto a pagare parte delle tante mensilità che membri dello staff avanzavano da gestioni precedenti”

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!