Sorrento, l’ex D’Angelo realizza il suo sogno: è nata l’A.S.D Città di Nocera 1910

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
Francesco D'Angelo, è stato tra i maggiori promotori della nascita dell'ASD Città di Nocera 1910

Francesco D’Angelo, è stato tra i maggiori promotori della nascita dell’ASD Città di Nocera 1910

Francesco D’Angelo ha realizzato il suo sogno. Nella giornata di ieri, infatti, il gruppo che fa capo all’ex amministratore delegato del Sorrento calcio, grazie anche al sostanziale contributo dell’”Associazione Nocerini”, ha annunciato la nascita dell’A.S.D. Città di Nocera 1910, società nata dalla fusione tra la Matteo Solferino C5, squadra di calcio a 5 di Nocera, ed il Città di Agropoli, che nella scorsa stagione ha disputato il campionato di Eccellenza nella città di Campagna. Ed è proprio grazie all’acquisizione del titolo della compagine salernitana che la neonata compagine molossa si è assicurata il diritto a disputare sul campo il massimo campionato dilettantistico regionale.

Per l’avvocato nocerino, dopo la fallimentare gestione tecnica ed economica che ha dissanguato le casse della società rossonera, condannandola alla doppia retrocessione dalla Prima Divisione alla serie D, si apre quindi una nuova avventura da dirigente nella sua città natale, la seconda dopo l’esperienza maturata a cavallo del 2000 al fianco di Mario Gambardella. Un sogno cullato già durante la sua esperienza costiera e manifestatosi apertamente nella sua ultima parte, in rotta di collisione con il comune di Sorrento, trasferì in blocco la squadra a Nocera Superiore per gli allenamenti, prima di passare definitivamente la mano a Damiano Genovese per concentrarsi esclusivamente sul progetto di rinascita del movimento calcistico nocerino.

Ironia della sorte, qualora vengano riconfermati i raggruppamenti dello scorso anno, le strade di D’Angelo e della penisola sorrentina torneranno ad incrociarsi nel prossimo campionato di Eccellenza, con San Vito Positano, Real Vico e Massa Lubrense quasi sicure della partecipazione alla massima serie dilettantistica regionale e le incognite legate alle situazioni, dai destini incrociati, di Sorrento e Sant’Agnello.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!