Real Vico Equense: Pronto il ripescaggio, ma con quale tecnico?

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
Potrebbe perdere il suo condottiero, Macera, il Real Vico Equense (foto pollio)

Potrebbe perdere il suo condottiero, Macera, il Real Vico Equense (foto pollio)

Tutti si gettano nella mischia del ripescaggio. In primis c’è la candidatura del Real Vico Equense.
I costieri del dg Guidone sul proprio profilo Facebook hanno confermato di essere in prima linea per richiedere l’accesso alla quarta serie.
I delfini, freschi della retrocessione del 2013-14 dopo il ko a domicilio con il Grottaglie e reduci da una confortante annata conclusa con l’eliminazione alle semifinali play-off contro la Scafatese, si sono portati avanti con il lavoro.
Un lavoro che, però, potrebbe ripartire ex novo. Si, perché Macera potrebbe non essere il tecnico degli azzurro oro nella prossima stagione.
L’allenatore che tanto bene ha fatto al suo ritorno in costiera resta in attesa di una chiamata. Una chiamata non ancora giunta al suo cellulare.
Un quadro tecnico che ha visto il Real Vico essere la vera sorpresa della stagione con Balzano sul trono dei bomber, ma tanti ragazzi saliti agli onori della cronaca come Guidelli e Arpino.
Il progetto tecnico iniziato in questa stagione potrebbe perdere il suo condottiero.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!