L’Atletico Sorrento si stringe attorno al suo capitano Inserra

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

Inserra golE’ costato caro uno scontro di gioco al capitano dell’Atletico Sorrento, Gianni Inserra. Durante una delle tante partite disputate nel periodo estivo per mantenere buona la sua condizione fisica, il numero dieci biancoazzurro ha riportato la frattura scomposta del terzo e quarto metacarpo della mano destra. L’infortunio costringerà Inserra a subire, nella giornata di domani, un intervento per ridurre la frattura e, successivamente, ad uno stop dalle attività fisiche di un mese.

La notizia ha inevitabilmente scosso tutta la famiglia dell’Atletico Sorrento, che si è subito stretta intorno al compagno: “Tutta la dirigenza ed i calciatori sono vicini al loro capitano – fa sapere il presidente biancoazzurro, Carlo Gargiulo. – A lui va il nostro in bocca al lupo per l’intervento e gli auguri di una pronta guarigione, in modo tale che possa essere tirato a lucido per la ripresa delle attività della prossima stagione, nella quale sarà sicuramente protagonista fondamentale con i suoi gol come accaduto in quella passata”.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!