Vela, regata delle torri Saracene: la vittoria va all’X35 Nautilus XM

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

duffyDomenica 14 giugno, sulla linea di arrivo di Massa Lubrense, alle 17.36, è arrivato primo in tempo reale l’X35 Nautilus XM dell’armatore Pino Stillitano, che ha coperto le circa 50 miglia in poco meno di 6 ore, vincendo così il Trofeo dei Circoli Organizzatori per il primo in tempo reale. Dopo soli 20 minuti, ha tagliato il traguardo Duffy, il Dufour 34 di Enrico Calvi, seguito dall’Elan 31 di Antonio Camozzi. Una regata veloce, partita da Agnone alle ore 12, con un vento di 12 nodi proveniente da SSE che è andato aumentando durante il pomeriggio, per calare man mano una volta doppiata Punta della Campanella, per morire quasi davanti al traguardo di Marina di Puolo. Una regata, anche quest’anno, molto tecnica, alla quale hanno partecipato oltre 40 barche, che ha visto la sostanziale prevalenza delle imbarcazioni della Classe 5. Gli aspetti tecnici sono stati contornati da numerosi eventi turistici e culturali che, come ogni anno, hanno reso affascinante questa manifestazione. Inoltre, durante la permanenza nel Cilento, è stata sperimentata, con successo, una regata costiera a doppio cancello contrapposto, sul tipo di quelle che caratterizzano gli eventi locali della Volvo Ocean Race. La classifica overall in tempo compensato dell’ultima prova vede vincitore il Dufour 34 di Enrico Calvi, davanti a Nautilus di Pino Stillitano e all’Elan 31 di Antonio Camozzi. Per quanto riguarda il Certamen Perpetuum (il Trofeo che viene consegnato dall’Associazione RTS alla barca che raggiunge i migliori risultati in 3 prove su 4), passerà dalle mani di Raffaella Borriello, che lo ha vinto nel 2014 con Vagamondo, a quelle di Enrico Calvi (Duffy). Duffy e Vaco a Viento (Este 24 di Domenico Abbate) sono le uniche barche ad aver raccolto punti in tutte e 4 le prove della RTS 2015.

Fonte: Comunicato stampa

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!