Sorrento: Club di Serie D e Lega Pro sulle tracce di Roberto Esposito

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

GEN_4979

A poco più di due settimane dal termine del campionato, culminato con la retrocessione del Sorrento negli inferi dell’Eccellenza dopo la sconfitta nel play-out contro la Battipagliese, infuria già il calciomercato. La società, attraverso le parole rilasciate dal Presidente Damiano Genovese, ha fatto sapere di voler puntare a disputare di nuovo la Serie D, attraverso il ripescaggio o l’acquisizione di un nuovo titolo. Al momento, però, tutto tace e di conseguenza i pezzi più pregiati della gioielleria rossonera iniziano a guardarsi intorno. La stagione che si è appena conclusa ha visto la piena consacrazione di Roberto Esposito, attaccante mancino di Castellammare di Stabia al suo ultimo anno da “under”. Come anticipato da Metropolis Quotidiano alcuni giorni fa, in Costiera circolano voci riguardanti presunti interessamenti di società di D quali Delta Porto Tolle ed Alto Vicentino. Il procuratore del calciatore, Gianfranco Cicchetti, risponde cosi: “Non posso confermare né smentire. Sono in tanti ad apprezzare le qualità del ragazzo, sia in D che Lega Pro e stiamo lavorando a tante operazioni, al fine di riportare Roberto a palcoscenici più consoni al suo valore ed ai suoi importanti trascorsi. D’altra parte se in passato è stato selezionato dalla Juventus, qualcosa dovevano aver intravisto in lui. Ritengo che, dal punto di vista tattico, il suo modo di giocare sia più adatto ai campionati del Nord Italia, in quanto si vede più tecnica e si gioca maggiormente a calcio. Al Sud, purtroppo, prevale la fisicità. In campo si assiste a vere e proprie battaglie, ci sono molte pressioni e molti club hanno poca pazienza. Piazze con ambizioni importanti e migliaia di tifosi al seguito, non possono permettersi di fallire e sono poco propensi alla valorizzazione dei giovani, preferendo invece puntare su calciatori più esperti. Dispiace che Sorrento, società che è sempre stata una fucina di talenti di straordinario livello, come dimostrano i casi di Mirante, Fiory ed Immobile, non sia riuscita a far emergere appieno le potenzialità di un talento del proprio settore giovanile. Mi auguro comunque che il Sorrento risalga la china quanto prima, perché per pubblico e tradizione merita la Lega Pro”. Punta centrale o ala sinistra, in rossonero Esposito è stato schierato addirittura esterno basso a sinistra in maniera alquanto discutibile. A Montalto Uffugo il suo primo gol in rossonero con un delizioso pallonetto. Quindi Orlandina (tripletta) ed Hinterreggio (primo centro nel suo Stadio Italia) le altre vittime sacrificali. 28 presenze stagionali e secondo miglior marcatore del Sorrento, al pari di Caraccio a quota 5, alle spalle soltanto di Ciccio Vitale con 7. Con queste credenziali, all’apertura del mercato estivo dei trasferimenti, Esposito avrà soltanto l’imbarazzo della scelta.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!