Progetto Ciclismo Sorrentino: Acampora trionfa nel week-end

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
Foto tratta dal profilo Facebook di Giuseppe Sessa, scatto di Ciro Miele

Foto tratta dal profilo Facebook di Giuseppe Sessa, scatto di Ciro Miele

Luigi Acampora si impone nella Gara ciclistica Trecase Autonoma.
Una kermesse per dilettanti voluta dal Gruppo Sportivo dilettantistico trecasese “Umberto Granato”, presieduto dall’instancabile Giuseppe Solimeno, organizzata sotto l’egida della Federazione Ciclistica Italiana e del CONI Campania, e con il patrocinio morale dell´Amministrazione comunale.
La gara si è svolta in un circuito che ha previsto l’attraversamento di via Regina Margherita proseguendo per via Casa Cirillo, via Vesuvio, via Antonio Sciesa e ancora via Regina Margherita e la chiusura in piazza San Gennaro .
Sul traguardo dopo 16 giri e oltre 51chilometri percorsi è stato l’alfiere del Progetto Ciclismo Sorrentino ad avere la meglio di Augusto Vitale
del team Pianura Visconti, mentre sull’ultimo gradino del podio ha chiuso Alessandro Parpinel del GSC “Latinense”.
Ottima tutta la manifestazione disputata dalla compagine costiera. Infatti, il club del presidente Fabio Galano riesce a mettere nella top ten ben quattro atleti.
Hanno chiuso la manifestazione in quarta piazza Pietro De Simone, sesto Angelo Palomba, nono Gerardo Sessa.

Solo pochi giorni prima del successo di Trecase, il Progetto Ciclismo Sorrentino era stato grande protagonista in quel di Puglia.
A Grottaglie all’aeroporto Maristear è andata in scena la prova del Bracciale del Cronoman. Nella manifestazione disputata all’interno della pista aeroportuale, si sono messi in luce circa ottanta corridori provenienti da Puglia, Campania, Calabria e Basilicata.
A farla da padrone nella categoria allievi è stato Luigi Acampora (Progetto Ciclismo Sorrentino) col tempo di 15’06” in 10,6 chilometri. In seconda piazza ha chiuso Byran Di Palma (Movicoast Turismo e Sport) a 14” e ultimo gradino del podio a vantaggio di Roberto Loconsolo (Progetto Bari-Bat) a 34”.
Nelle prime dieci posizioni chiudono altri due atleti della costiera. Si tratta di Vincenzo Prisco, quarto, con un ritardo di 42″ dal vincitore e Pietro De Simone, setttimo, staccato di 48″.
Questo il commento di Acampora rilasciato al sito internet ruoteamatoriali.it.
“È stata una cronometro tecnica e molto dura a causa del vento che soffiava di spalle solo per 700 metri, poi ce l’avevamo sempre contro o laterale. Il percorso è cambiato dall’anno scorso perché hanno inserito 2 tornanti ed era quasi impossibile scendere sotto i 15 minuti. Pensavo di fare qualche cronometro perché sto scoprendo tutte le mie caratteristiche di passista. Inoltre è una disciplina che mi piace molto, poiché l’unico avversario sei te stesso e devi cercare di superarti ”.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!