Sorrento-Battipagliese 1-2: Le Pagelle

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

11011748_993874237301648_2007616728348931007_n

LOMBARDO: 6,5  La Battipagliese è stata poca cosa. Su un gran tiro di Cirillo, per togliere la sfera dall’incrocio quasi ci rimette una spalla. Massima affidabilità.

GABBIANO: 5,5  Tiene bene in fase difensiva, prova a spingere e ci riesce soprattutto nel primo tempo.

FERRARA: 6  Ultimo baluardo. Prova a tenere in piedi tutto il reparto finché può. Dopo il pari non c’è più reazione.

DI SOMMA: 6  Classe 97. Titolare nella partita più importante della stagione, così come a Capo d’Orlando. Ha grandi margini di crescita.

CALDORE: 5,5  Va a corrente alternata. Si fa notare in avvio con l’assist per Elefante, che colpisce la traversa. Soffre un po’ i movimenti degli avversari. Esce per infortunio.

(dal 60′ D’AMBROSIO: 4,5) Non è colpa sua. Viene mandato allo sbaraglio, nel momento sbagliato ma soprattutto nel posto sbagliato. In ritardo sulla diagonale, spinge Compierchio in maniera troppo plateale. Impossibile, per l’arbitro esimersi da rosso e rigore.

POLICHETTI: 5  Inconsistente, opaco, il suo match è tutto in un tiro a giro da fuori tra le braccia di De Marino.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

VISCIDO: 6 Ci tiene tanto a conquistare la salvezza e si vede. Pressa chiunque porti palla in maglia bianconera con grande efficacia. Il doppio giallo nel finale giunge a risultato già acquisito.

DELLA VENTURA: 5 Le sue geometrie funzionano con alterne fortune. Cala alla distanza.

LETTIERI: 5  Ha una grande occasione a metà primo tempo ma si fa ipnotizzare da De Marino. Non riesce a cambiare l’inerzia della gara.

(dal 78′ SCHIAVONE s.v.) Troppo poco per poter essere giudicato.

R. ESPOSITO: 5  Fa a spallate per tutta la gara a beneficio di squadra e compagni. Ma in zona gol non pervenuto.

ELEFANTE: 6,5 Ha giocato pochissimo finora e non si sa perché. Svaria su tutto il fronte offensivo, colpisce una traversa e segna il gol dell’illusorio vantaggio.

(dal 67′ FERRARO: 6) Lotta come può. Entra in campo nel peggior momento del Sorrento e va a sistemarsi da esterno alto a sinistra. Un po’ prima, e basso avrebbe cambiato le sorti della gara.

All. PIRONE: 2 La retrocessione in Eccellenza porta per la maggior parte la sua firma. Aveva dato la scossa al gruppo, riuscendo a centrare 3 successi ed 1 pari nelle ultima 4 gare, ma viene meno sul più bello, e con un play-out già vinto. C’è una maledizione sull’out sinistro. Già fuori Raimondo e Avagliano, si fa male nel secondo tempo anche Caldore. In panchina ci sono Ferraro (che ha già ricoperto questo ruolo e bene) e Schiavone (vero, in emergenza, ma si è comunque ben comportato). Il Mister decide però per D’Ambrosio. Un mediano puro, classe 97, che da esterno in tutta la stagione ha giocato soltanto qualche partitella d’allenamento. Lo manda in campo allo sbaraglio, e dopo un minuto sbaglia una diagonale ed assalito dal terrore più estremo spinge Compierchio in maniera più che plateale. Dulcis in fundo, Ferraro entra poi poco dopo, a fare l’esterno alto, al posto dell’attaccante più in palla: Sasà Elefante.

SOCIETÀ 1: Gestione fallimentare. 4 Presidenti, 4 Allenatori, squadra totalmente da ricostruire a dicembre. Quindi l’addio a calciatori esperti fino ad epurazioni dell’ultim’ora che han portato la squadra a giocarsi il play-out secco totalmente scoperta in alcuni reparti. Con l’ultima, grande impresa di retrocedere per il terzo anno consecutivo, davanti al pubblico dello Stadio Italia, con 2 risultati su 3 a disposizione, e contro una Battipagliese già rassegnata al peggio. Complimenti a tutti!

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!