I passi di Paolo Somma nel Sorrento Calcio

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

PAOLO-SOMMA

Si è aperta una nuova pagina nera per il calcio, un’altra macchia che rischia di minare la credibilità del gioco più bello del mondo. Come se non fosse già ai minimi storici scandalo dopo scandalo. Anche il Sorrento,purtroppo, è coinvolto nell’inchiesta e non è neanche la prima volta. Ricordiamo tutti Juve Stabia-Sorrento del 5 aprile 2009, salito agli onori delle cronache per la combine messa in atto dall’attaccante Cristian Biancone, che convinse il portiere Vitangelo Spadavecchia a falsare il risultato del derby più sentito della Costiera per una somma di 25.000 euro. Oltre al danno, la beffa del saltato ripescaggio in Lega Pro qualche anno più tardi. Il polverone alzato in questi giorni si chiama “Dirty Soccer”, indagine coordinata dalla Direzione Distrettuale Antimafia di Catanzaro, che vede sotto la lente d’ingrandimento le partite Sorrento-Montalto e Neapolis-Sorrento nelle persone del procuratore Paolo Somma e dell’attaccante Luciano Ariel Pignatta. Il mediatore giunse in Costiera in estate, in occasione del tentativo di passaggio di quote (poi fallito) dall’ Avv. Francesco D’Angelo al miliardario Massimo Chiappini. Tanti i calciatori della sua scuderia: da Guarro (poi passato alla Sarnese subito dopo il match di Coppa Italia), a Iuliano fino a passare per Visciano, Pignatta e Vitale. Il forte peso specifico dei suoi calciatori gli permise di ritagliarsi, in breve tempo, il ruolo di consulente esterno di mercato del Sorrento Calcio, senza però (a quanto sembra) risultare mai un tesserato del club stesso. Si arriva quindi a dicembre e, in seguito ad alcune perplessità di carattere economico-societario, all’apertura della finestra invernale del mercato dei dilettanti ha inizio la diaspora di gran parte dei calciatori che avevano iniziato la stagione in maglia rossonera, così come dello stesso Paolo Somma insieme ai suoi fedelissimi. Il consulente di mercato figura in un’intercettazione nella quale viene definito come un “fanfarone” poiché non era stato in grado di portare a termine con risultato positivo la combine tra Sorrento e Montalto. Come da accordi tra Moxedano e Ciccarone da una parte (rispettivamente presidente e ds della Neapolis), Molino e Palermo dall’altra (ds e dirigente del Comprensorio Montalto) l’incontro sarebbe dovuto terminare con la vittoria della compagine rossonera. Il pareggio a reti bianche scaturito dal rettangolo verde avrebbe così rovinato i piani di associazioni criminali che si arricchivano attraverso l’alterazione di risultati di partite di Lega Pro e Serie D.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!