Real Vico: Lo sfogo di Guidone per “Dirty Soccer” sbarca su Facebook

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
Il dg Guidone affida a Facebook il proprio sfogo in merito a Dirty Soccer

Il dg Guidone affida a Facebook il proprio sfogo in merito a Dirty Soccer

Il terremoto di “Dirty Soccer” scuote le fondamenta del calcio a Vico Equense. Il direttore generale, nonché factotum, del sodalizio azzurro oro, Aniello Guidone affida alla pagina Facebook il proprio stato d’animo dopo l’inchiesta partita dalla Procura di Catanzaro.
“Da quest’oggi uno stato di rabbia mi assale, perché penso che è probabile che nella passata stagione la retrocessione in Eccellenza non l’abbiamo conquistata sul campo, ma bensì per probabili combine fatte da squadre del nostro girone attualmente indagate dalla procura nell’operazione denominata “Dirty Soccer”.
Questo lo spaccato del dg dei costieri eliminati nelle semifinali play-off dalla Scafatese 1922.
Non solo traspare l’amarezza per la retrocessione della passata stagione, ma la speranza che le decisioni possano anche aprire uno spiraglio per la riammissione in D.
“Auspichiamo e speriamo vivamente che in caso di punizioni esemplari e dure, che magari possano portare alla retrocessione delle squadre indagate, e che il Real Vico abbia una posizione preferenziale per occuparne il posto nel massimo campionato nazionale dilettantistico. Un ripescaggio o riammissione in serie D vedrebbe premiati i nostri sforzi ed il nostro modo di fare calcio pulito rispettando le leggi e gli sportivi che amano questo bellissimo sport”.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!