Qui Sorrento. Ripresa la preparazione: si fa la conta dei presenti.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

pirone

Ieri, sul sintetico dello Stadio Italia, il Sorrento ha ripreso la preparazione in vista della gara di domenica pomeriggio contro la Battipagliese. Match da disputare combattendo con le unghie e con i denti, per mantenere la categoria ed evitare di vanificare gli sforzi fatti nell’ultimo mese per conquistare il miglior piazzamento utile a poter disputare la gara da dentro o fuori nell’impianto di Via Califano.

Le due squadre si avvicinano alla sfida con grossi problemi. Il Sorrento dovrà rinunciare allo squalificato Raimondo ed all’infortunato Avagliano, per cui sarà emergenza sulla corsia sinistra. Ciampi e Bruno non sono arruolabili mentre i difensori centrali Ferrara e Noto, così come il centrocampista Della Ventura non hanno preso parte alla seduta in quanto alle prese con serie noie muscolari. Sarà una corsa contro il tempo, ma ad oggi le notizie non sono per nulla confortanti.

In Cilento non se la passano meglio. I calciatori della Battipagliese non percepiscono le dovute mensilità dal lontano ottobre, e c’è addirittura chi ha difficoltà a sostenere le spese quotidiane per recarsi regolarmente alle sedute di allenamento. Con un comunicato, gli atleti hanno però reso noto di voler onorare fino all’ultimo la maglia bianconera, andando regolarmente a giocare la partita più importante della stagione pur non avendo mai ricevuto quanto pattuito.

 

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!