Basket, 1^Divisione maschile (play-off: gara1): Polisportiva Sorrento vincente contro l’Olimpia Agropoli

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

Foto tratta dal profilo Facebook della Polisportiva

Una vittoria importante quella di ieri sera nella partita d’andata dei play-off di prima divisione, che avvicina i ragazzi della Polisportiva Sorrento al sogno della promozione. Una partita che ha visto la squadra di coach Savarese avere una costante fondamentale, l’alta concentrazione conservata dal primo all’ultimo minuto e anche quando il risultato e la partita erano al sicuro hanno spinto per poter arrivare alla gara di ritorno con una sicurezza maggiore. Inoltre, tale concentrazione, ha dato la possibilità di avere un’alta intensità offensiva che, a sua volta, ha permesso di mantenere i ritmi alti e sfruttare le caratteristiche più importanti del gruppo, quali la velocità e la rapidità nel ribaltare il fronte. Una partita che i ragazzi della Polisportiva hanno da subito cercato di indirizzare nel verso giusto sfruttando anche le pecche dell’Olimpia Agropoli che non arrivava in condizioni eccellenti con a lunga trasferta una panchina corta e in più, una vena al tiro da fuori che mancava quasi del tutto. Proprio sulla stanchezza dell’avversario hanno giocato i ragazzi, cercando di fiaccare gli ospiti. Purtroppo numerosi falli, frutto della foga, ha costretto i padroni di casa a cambiare la difesa da uomo a zona che ha permesso loro di sfruttare un’altra componente deficitaria di Agropoli: la scarsa precisione in fase realizzativa. Con ciò la difesa a zona ha anche permesso di sfruttare la velocità in contropiede che è stata una chiave tattica fondamentale per  scavare il solco decisivo per la vittoria. Il quarto quarto vede i padroni di casa vincenti di soli tre punti, ma l’abisso visto in campo sembra non possa preoccupare in vista della gara di ritorno sebbene, come dice coach Savarese “Per il ritorno non ho previsioni perché poi ogni partita ha una sua storia. Della partita di stasera mi preme sottolineare solo una cosa oltre all’impeccabile approccio dei ragazzi,che poi per me è la nota più positiva di tutta la serata: le tante persone che sono venute a sostenerci. Il basket è uno sport vivo con un gran bel movimento alle spalle”. Tra cinque giorni ci sarà gara due ad Agropoli. Se a partita verrà aggredita e condotta con la stessa mentalità e la stessa intensità, non dovrebbero esserci grossi problemi oltre quelli logistici di una lunga trasferta e la voglia di riscatto dell’Olimpia che vorrà sicuramente ribaltare i risultato dell’andata.

Polisportiva Sorrento – Olimpia Agropoli 62-43

Polisportiva Sorrento:

Sguanci 12; Rossi 0; Esposito D 10; Parvolo 4; Di Maio 2; Gargiulo 0; Ardia 2; Cascella 5; Esposito G 23; Amato 0; Celentano 2; De Martino 2.

FRANCESCO VAZZA

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!