Positano-Calpazio 3-2. Le dichiarazioni del Mister Antonio Guarracino

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

guarracino

LOTTA E SACRIFICIO. Secondo me i risultati si ottengono con la continuità ed è proprio per questo che io chiedo ai miei ragazzi di rendere sempre la vita durissima a ogni avversario dal primo all’ultimo minuto. È ovvio che nell’arco di una stagione può capitare di soccombere, ma a patto che sia solo per una questione di episodi. Questo successo è giunto avendo a disposizione la rosa più giovane dell’intero girone e disponendo di “under” di qualità nei ruoli più nevralgici. Per il mio modo di vedere il calcio, puoi vincere se hai un gruppo che faccia di lotta e sacrificio le proprie prerogative principali.

VITTORIA AMPIAMENTE MERITATA. Sui gol siamo stati puniti da episodi sfortunati. Sul pari del Calpazio ci siamo fermati in seguito ad un duro scontro di gioco a centrocampo, allentando le marcature e loro sono stati scaltri ad approfittarne. Sull’1-2 invece siamo stati ingenui a non capire che, giocando il primo tempo a sfavore di vento, avremmo sofferto più del previsto. C’è stato un errore in disimpegno dovuto proprio ad una folata improvvisa e lo abbiamo pagato a caro prezzo. Sono i pro e i contro dell’avere un’età media molto bassa e non si possono colpevolizzare i ragazzi più di tanto. Nel complesso credo che la nostra squadra abbia legittimato la vittoria creando tante occasioni e colpendo anche due legni.

LEGAME SQUADRA-CITTÀ. A Positano non si è vinto per caso. La società ha fatto un lavoro certosino, partendo dalla scuola calcio fino ad arrivare a settore giovanile e prima squadra. Per una città che conta 4.000 abitanti come Positano, è stato già un grande risultato riuscire a portare ben 500 persone nelle ultime 3 sfide interne al “De Sica”. La squadra di calcio è sempre stata legata alla gente da un qualcosa di speciale, diciamo da un cordone ombelicale, e lungo l’arco della stagione è stato un crescendo di emozioni e di attaccamento alla maglia e alla città.

SUCCESSO DEL GRUPPO. Il lavoro di un allenatore è quello di mettere tutti i ragazzi nelle migliori condizioni di rendere al meglio. È ovvio che tutti i ragazzi hanno meritato il salto di categoria, ma tutti i sacrifici che sono stati fatti non si sarebbero potuti concretizzare se quei 4-5 calciatori di categoria superiore non si fossero pienamente calati con la mentalità giusta in questo campionato. Giocatori come Esposito, Scippa, Gargiulo, Porzio e Cifani sono un lusso per la Promozione e lo hanno dimostrato sul campo trascinando i compagni alla vittoria partita dopo partita

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!