Le pagelle di Sant’Agnello – Scordìa: Il ghibli porta via D’Agostino e Micallo, Sasà Sibilli non basta

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
Sasà Sibilli manda all'incrocio il pallone con il destro (foto Pollio)

Sasà Sibilli manda all’incrocio il pallone con il destro (foto Pollio)

Le pagelle del Sant’Agnello post sconfitta con lo Scordìa.

Napolitano 6: Forse sul diagonale di Bellino avrebbe potuto fare di più. Piazza ancora una volta una serie di interventi reattivi che tengono i costieri in partita, ma giocare sempre senza centrali è davvero un limite per la retroguardia.
De Stefano 6: Ci mette esperienza, voglia e determinazione. Pizzica, corre e rincorre qualunque cosa passi dalle sue parti. Si propone e sprona i suoi. Ha sposato una causa e vuole rendere il massimo sino alla fine.
Micallo 5: Sarà stato ammaliato dal ghibli che soffiava sull’Italia, sarà che non si è capito con Ousmane, ma la frittata che mette in cottura e che poi non riesce a girare è di quelle che sono enormi. Un grande segno rosso in una gara oculata. Un rosso che ha il colore del cartellino che vede per l’irruenza con cui spegne le velleità dello stesso coloured siciliano.

Abbandona il campo dopo il rosso Micallo (foto Pollio)

Abbandona il campo dopo il rosso Micallo (foto Pollio)

D’Agostino 5: Avrebbe potuto gestire diversamente il pericolo in occasione del rigore? Forse. Di certo non è lo stesso difensore di inizio anno. il periodo ai box si manifesta contro un avversario con cui servono passo e freschezza.
Piacente 5.5: Una sola pecca macchia una gara precisa. La dormita sul lancio che innesca Ousmane per il rigore fa crollare il castello costruito con tanta sapienza e sacrificio.
De Rosa 6.5: Lo vedi ovunque con il passo e la voglia. È quello che in mediana regge l’impatto. Chiude, copre e si inserisce, manca anche la rete con un tiro forte, ma no preciso.
dal 48’st Pignalosa sv.
Serrapica 5.5: Sfiora l’autorete, si sacrifica, ma sa bene che di passo con Ousmane la perde. Cerca l’anticipo, prova a staccarsi, ma no essendo difensore centrale soffre. In mediana è presente e puntuale anche se lento nel giro palla.

Russo spara su Fagone in uscita la palla del pari (foto Pollio)

Russo spara su Fagone in uscita la palla del pari (foto Pollio)

Sibilli S. 6.5: Ha il merito di sbloccarla con una pregevole conclusione. Non ripete la prestazione della finale regionale anche perché deve correre per due, complici le espulsioni, ma è sempre presente quando si cerca di imbastire azioni di gioco. Un gioco che passa dai suoi piedi per tutta la seconda frazione, quando si ritrova in cabina di regia.
Sibilli G. 5.5: Il suo cambio di passo crea non pochi problemi agli avversari, ma resta troppo distante da Russo nelle ripartenze a cui è costretto il Sant’Agnello per la doppia inferiorità numerica. Quando va e si propone i problemi per lo Scordìa diventano realtà. Servirà un’impresa che passerà gioco forza dai suoi piedi.
dal 43’st Iennaco sv.
Russo G. 5.5: Per lo spirito di sacrificio, il carisma e la personalità che ci mette meriterebbe la sufficienza abbondante, ma le due occasioni che non capitalizza lo rimandano a Scordìa quando i tifosi confidano possa essere decisivo.
Manco 5: Lo avevano indicato come il decisivo, ma stecca. Non sarà il tenore, ma le due gare dei play-off non lo vedono protagonista. Sforna l’assist che Sibilli capitalizza, ma dopo diventa evanescente più impegnato in ripiegamento che in proiezione offensiva.
dal 21’st Inserra 5.5: Il fisico c’è, la testa a volte no. Troppi avventurosi alcuni dribbling in uscita, ma l’impegno con cui ricopre la posizione di centrale difensivo gli fa onore. Adesso è il tempo per il vichingo di riprende l’ascia, perché per l’impresa serve la bramosia che accompagnava la sua gente nel passato.
All.: Turi 5.5: Nessuno degli allenatori presenti avrebbe voluto essere nei suoi panni all’intervallo. Senza centrali over di ruolo in panchina e con il dilemma di portare a casa il pari o provare a vincerla. Quando Micallo si addormenta e becca, poi, il rosso, in tanti tirano un sospiro di sollievo. Aveva chiesto di giocarla come la finale e di quella gara trova solo Sasà Sibilli, il rigore e l’espulsione, doppia. Le colpe, forse, non sono solo sue.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!