Juniores Sant’Agnello, bomber Musso avverte il Francavilla: “Vogliamo i quarti di finale”

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

MussoPer la juniores del Sant’Agnello allenata da mister Nardo, è iniziata più che bene la fase nazionale. Dopo la conquista del titolo regionale, infatti, la formazione biancoazzurra sabato è uscita vincitrice dalla trasferta di Pomarico, ma questo pomeriggio capitan De Maio e compagni sono chiamati agli straordinari: alle ore 15.30, al “Marcellino Cerulli” di Massa Lubrense, va in scena l’ultimo atto del triangolare di qualificazione per l’accesso ai quarti di finale. Per proseguire la propria marcia, il Sant’Agnello deve obbligatoriamente battere la Virtus Francavilla, avvantaggiata nella differenza reti per la netta vittoria per 7-1 sul Pomarico alla prima giornata.

Tra gli undici della coorte bianco azzurra, uno dei più carichi per l’impresa è Nico Musso. Classe ’95 e argentino di nascita, cresciuto nei vivai di Boca Juniors Colón de Santa Fe, è tra i fautori dell’impresa in quel di “Giraud”. 25 le reti messe a segno per lui nell’intero campionato, “ma il più importante è sicuramente quello della finale – afferma il giovane delantero. – Sono contento di essere arrivato in questa società e aver contribuito in positivo al raggiungimento dell’obiettivo del titolo regionale. All’interno dello spogliatoio sono stato accolto come un figlio, sapevano la situazione in cui mi trovavo e hanno cercato di aiutarmi. Ho un rapporto fantastico con tutti, ma in particolare con Ferraro, che è come un fratello per me”.

Titolo regionale archiviato, ora si continua in vista di quello nazionale. La sfida alla Virtus Francavilla, per il valore delle contendenti, sembra già una finale anticipata: “La squadra è carica ed è convinta dei propri mezzi: siamo tutti giocatori importanti. Purtroppo, io non sono al 100% per una botta rimediata in finale, ma proverò a stringere i denti per essere della partita e magari segnare il gol decisivo. Il Francavilla è un’ottima squadra, non sarà facile vincerla, ma ci proveremo fino all’ultimo perché abbiamo voglia di regalarci il passaggio del turno. Il nostro segreto è restare uniti, e solo con l’unione del gruppo possiamo sbloccare la partita in qualsiasi momento. Siamo forti e uniti arriveremo lontano”.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!