Basket, U17M (seconda fase girone Silver N): Fortitudo, sconfitta inaspettata in trasferta contro il Cesinali

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

fortitudo u17 Una sconfitta, quella dell’U17 della Fortitudo Basket Sorrento in trasferta contro il Pol. Cesinali, che pesa molto sul bilancio del gruppo Silver N per quanto riguarda le possibilità di passare alla fase successiva. Una partita su cui hanno influito numerosi fattori interni ed esterni al gruppo: una trasferta lunga e sostenuta ad un’orario non proprio agevole (la palla a due era per le ore 21), un’approccio non giusto da parte dei ragazzi che, probabilmente, hanno sottovalutato, preso sotto gamba la partita sicuri della loro qualificazione al passaggio successivo, oltre ad una mancanza totale di reazione, lungo la partita.Fattori, dunque, che hanno decretato la sconfitta della squadra guidata da coach Golini. Una sconfitta che si è andata concretizzandosi fin dalle prime battute: per i primi tre quarti di gara la squadra costiera non è mai riuscita a mettersi in carreggiata, sgonfia mentalmente, subendo completamente l’avversario che correva e sembrava più reattivo. Hanno contribuito anche la poca precisione al tiro che mette in evidenza le problematiche della squadra dal punto di vista della finalizzazione delle occasioni create, insieme a numerosi errori sotto i tabelloni che rendono dura una possibile rimonta. Nell’ultimo quarto la squadra reagisce, un minimo, quando coach Golini vara un assetto difensivo improntato su una zona-press a tutto campo che ha il compito di far ridurre il passivo e far sembrare la sconfitta solo meno amara. Da segnalare la buona prestazione dei due esterni della Fortitudo: da un lato il solito Scopino, che pur in una giornata no può dire di aver portato il suo contributo, seppur vano, alla causa; dall’altra, la buona partita tutto corsa e penetrazioni di Aversa che si mette in luce. Coach Golini non sembra preoccupatissimo, ma nelle sue parole si può notare una punta di rammarico per un’occasione buttata: “E’ stata una giornata No. I ragazzi se pur stimolati non sono riusciti ad entrare in partita. Il Cesinali per continuità ha meritato di vincere, noi nel finale pressando a tutto campo abbiamo cercato di recuperare qualcosa ma è stato molto tardi. Spero  che sia stato solo un episodio il giocare così male la gara con il Cesinali, altrimenti sarà dura continuare con questa mentalità all’approccio di nuove gare. Giovedì ci giochiamo il dentro o fuori alla partecipazione al concentramento finale di categoria e spero che essendo l’ultima i ragazzi reagiscono subito, così da poterci preparare al meglio alla fase finale. Come detto da Coach Golini il prossimo impegno sarà l’ultima partita fondamnetale per dare a questa grande stagione il finale che merita.

Seconda fase (Girone Silver N) Campionato U17 maschile regionale:

seconda giornata di ritorno:

Pol. Cesinali – Fortitudo Basket Sorrento 58-45.

 

FRANCESCO VAZZA

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!