Speciale play-out, i bomber| Qui Sant’Agnello, Russo:”Sarà fondamentale il gruppo”

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
"Sarà fondamentale il gruppo" questa la carica di capitan Russo

“Sarà fondamentale il gruppo” questa la carica di capitan Russo

“La finale è la finale. Tutto in una sola gara. Un dentro o fuori senza via di scampo”.
Non si tratta di un patibolo per bomber Giulio Russo, ma della madre di tutti i match.
“Tutti vorrebbero giocare gare così”, spiega l’attaccante del Sant’Agnello, “Chi teme questa partite deve fare qualche altra cosa e non giocare al calcio. Queste son le gare da giocare e vincere che ti regalano emozioni uniche”.
Emozioni come quelle che il numero 10 ha saputo regalare ai suoi tifosi nell’arco dell’anno. Un anno che non ha dato la vittoria finale, ma solo il prologo.
“Qui vincere non ti dà diritto a giocare la D, ma ti regala solo altre quattro partite”, puntualizza l’ex attaccante di Gladiator e Real Vico, “Nel corso del campionato forse ci è mancato quel pizzico di continuità”.
Ad oggi serve la gara perfetta. Una gara nella quale secondo il ds Di Nola c’è bisogno dell’esperienza.
“Serve, ma non basta”, evidenzia Russo, “La partita la si vince e la si perde in undici è il concetto di squadra ad esaltarsi in contesti simili”.
Sant’Agnello e Scafatese 1922 di fronte per la terza volta in stagione. Dopo le 32 gare di campionato i costieri hanno chiuso in seconda piazza, i canarini terzi. Adesso è la volta del tutto o niente. Di sfatare il tabù pareggio che ha contraddistinto le sfide tra le due squadre.russo_gra
“Contro la Scafatese forse ci è mancato quell’episodio, quel quid che avrebbe consentito di avere l’intera posta in palio. Ci toccherà cercarlo nei prossimi 90minuti”.
Il Sant’Agnello avrà il fattore dei due risultati su tre. Un vantaggio? Forse. Il tutto potrebbe giocarsi sull’andamento lento che hanno evidenziato i 180 di campionato.
“Il ritmo? Sarà importante, ma non fondamentale. Fondamentali saranno tutti”.
Le hanno date e le hanno prese nei tanti match giocati contro, Russo e Aruta protagonisti del nostro speciale. Un duello anche di campanile.
“Sossio è come me” conclude Russo, “Uno che non si dà mai per vinto e un atleta che stimo.  Se avessimo avuto un’altra testa avremmo di certo fatto molto meglio nella nostra carriera”.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!