Verso Tiger Brolo-Sorrento: Le parole di Claudio Sparacello

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

sparacello

Domenica prossima, quasi sicuramente a Capo d’Orlando, si giocherà l’importantissima sfida tra Tiger Brolo e Sorrento. E sarà partita vera. I gialloneri non possono permettersi passi falsi. La regola in vigore nei play-out, che vede la terzultima retrocedere direttamente se il distacco con la sestultima a fine campionato è pari o superiore a 8 punti non lascia dormire sonni tranquilli. Della partita e tanto altro parliamo con l’attaccante della Tiger Claudio Sparacello, autore tra l’altro del fantastico gol con cui i gialloneri espugnarono per 1-0 lo Stadio Italia un girone fa.

I 20 punti conquistati dalla Tiger alla fine del girone d’andata lasciavano presupporre che la tua squadra potesse conquistare una tranquilla salvezza. Poi, nella seconda parte di stagione soltanto 6 pari (più la formalità Orlandina) prima del blitz a Battipaglia. Come ti spieghi questo inaspettato calo?

Beh, posso dire che anche noi, dopo aver concluso un ottimo girone di andata, pensavamo di poter ambire ad una salvezza diretta. Però, se ad una giornata dalla fine ci ritroviamo soltanto con un bottino di 32 punti vuol dire che qualcosa non è andato bene. Stiamo lavorando tanto, la vittoria a Battipaglia ci ha dato tanto entusiasmo e confidiamo in una vittoria domenica contro il Sorrento per andarci a giocare, seppur in trasferta, la permanenza in Serie D.

Battipaglia può essere stata per voi la partita della svolta? Su un campo non facile, siete riusciti a vincere in rimonta senza mai mollare un attimo. Segno che la squadra non pecca di personalità.

Sapevamo che il “Pastena” era un campo difficile ma siamo andati lì a giocarci la nostra partita senza paura. D’altra parte non avevamo alternative. Per salvarci dovevamo far punti, a prescindere dall’avversario e dall’ambiente. Di fronte c’era un’ottima Battipagliese, siamo passati in svantaggio ma abbiamo avuto il merito di non mollare mai ed alla fine il 2-1 di Lupo ci ha dato il giusto premio.

La lotta salvezza sarà incerta fino all’ultimo secondo. La Tiger non può fare calcoli, in quanto solo una vittoria garantirebbe la certezza di giocare il play-out per conservare la categoria.

Il morale è altissimo e domenica giocheremo fin dall’inizio per conquistare l’intera posta in palio. Per evitare di dipendere da eventuali passi falsi del Noto, l’unico risultato utile è la vittoria.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

Tutti noi ricordiamo la tua straordinaria prodezza nella gara d’andata. Un eurogol da quasi centrocampo regalò i 3 punti alla Tiger. Come nacque quella “folle” idea? Ragione o puro istinto?

Ricordo benissimo quel gol. Su rilancio del nostro portiere, un difensore del Sorrento rinviò di testa. La sfera mi arrivò nei piedi, la alzai e visto l’ottimo rimbalzo provai a calciare direttamente in porta. Un po’ per fortuna ed un po’ per bravura mia la sfera andò ad insaccarsi nell’angolino basso alla sinistra dell’estremo difensore rossonero.

Sei un attaccante classe ’95. Dopo la trafila tra Giovanissimi Regionali, Giovanissimi Nazionali ed Allievi Nazioni nel Palermo passi al Settore Giovanile del Torino. Quest’anno hai giocato per la prima volta con continuità in D, mettendo a segno 7 gol in 25 gare. Qual è il tuo bilancio di questa stagione ed il gol più importante che hai fatto?

Le soddisfazioni di squadra vengono prima di quelle individuali, per cui preferisco parlare del gol più bello che ho realizzato e credo sia proprio quello di Sorrento. Tra l’altro fu anche una rete pesante perché ci consentì di portare a casa i 3 punti.

Come ciliegina sulla torta, la convocazione nella Rappresentativa Nazionale di Serie D al Torneo di Viareggio, con la quale hai realizzato 3 gol. Cosa porti con te di questa meravigliosa esperienza?

Il Viareggio è stato sicuramente il coronamento di una stagione positiva. Sono andato lì molto carico, anche perché venivo da un ottimo momento in campionato. Ho realizzato una doppietta al mio debutto contro l’Empoli ed un altro gol contro il Laguna Santos, per cui posso dire che è stata davvero una bella esperienza.

In Rappresentativa avrai avuto modo di conoscere il nostro Nello Ferraro. Cosa ne pensi e credi abbia le possibilità per farsi strada in categorie superiori?

Sì, sì, lo conosco. Ho fatto con lui il secondo raduno in Rappresentativa. È molto giovane, è un ’97 per cui ha margini di miglioramento enormi e mi aspetto di vederlo presto in altri palcoscenici.    

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!