Evergreen Sant’Agnello: Vittoria sullo Stabia Friends e salvezza vicina

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

EvergreenSeconda vittoria consecutiva vittoria per l’Evergreen Sant’Agnello che in casa batte lo Stabia Friends con il risultato di 3 a 1 portandosi a +4 sulla zona rossa della retrocessione con due giornate al termine del campionato. Una partita aspra e combattuta soprattutto a centrocampo dove i tiri nello specchio della porta latitano per tutta la partita per entrambe le squadre. I padroni di casa adottano un tipico sistema di gioco che lascia agli avversari la gestione del pallone per poi partire in contropiede con lanci lunghi. All’inizio questa tattica non paga ed infatti è lo Stabia Friends a passare in vantaggio con un rigore dubbio provocato da Leone che spinge l’avversario da dietro. L’Everegreen non si abbatte però, infatti, continua a giocare con le verticalizzazioni ma solo verso la fine del primo tempo bisogna sottolineare il primo pericolo portato alla porta degli ospiti con un palo colpito da Bagnulo sugli sviluppi di un calcio d’angolo. Con l’inizio del secondo tempo c’è un primo cambio per l’Evergreen, Coppola R. per Leone. Proprio con questo cambio c’è una svolta alla partita. Verso il sessantesimo c’è un rigore per l’Evergreen per fallo di mano, rigore che Catafalco piazza alla destra del portiere :1-1 e pareggio.  Dopo una decina di minuti, il subentrato Coppola R. viene atterrato in area di rigore all’altezza della linea di fondo. Catafalco ancora sul dischetto e la piazza ancora alle spalle del portiere piazzandola alla sinistra del portiere. 2-1 per l’Evergreen e partita cambiata. Il tre a uno è questione di minuti: lancio di Pollio, liscio del difensore, Esposito L. ci crede e va sul pallone, liscio del portiere ed Esposito tutto solo scaraventa la palla in rete: 3-1 e grande partita dell’Evergreen. Lo Stabia non ci sta e vuole reagire ma la linea difensiva della squadra di casa resiste con grande concentrazione chiudendo ogni spiraglio ed impedendo agli ospiti di arrivare in porta. La partita si innervosisce e vengono espulsi tre elementi dello Stabia Friends. Da segnalare un contropiede di Coppola R. che dopo due dribbling incredibile mette a lato un pallone che doveva essere solo accompagnato in porta; dall’altra, un tiro di Di Leva che lotta per supportare Esposito e Catafalco ed arriva poco lucido al momento della conclusione. Una vittoria sorprendente che potrebbe aver segnato la salvezza dell’Evergreen.

Evergreen Sant’Agnello-Stabia Friends 3-1

marcature: 20′ Catafalco, 15’st Catafalco, 35’st Esposito.

Evergreen Sant’Agnello:

Pollio; Ferraiuolo; Schiazzano; Garofano; Bagnulo; Falcone; Mastellone; Leone (Coppola R.); Catafalco (Coppola T.); Esposito (Iaccarino); Di Leva.

A disposizione: Marzo; Proto; Coppola T.; Iaccarino; Coppola R.

FRANCESCO VAZZA

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!