Juniores, il Sant’Agnello approda in finale. Nardo: “Questa vittoria è dedicata a Stefania Cafiero”

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
La formazione Juniores del Sant'Agnello

La formazione Juniores del Sant’Agnello

Rivincita doveva essere, e rivincita è stata. La Juniores del Sant’Agnello, dopo la sconfitta ai rigori del primo turno, espugna l’”Annino Roca” di Avellino, superando i padroni di casa del San Tommaso e staccando così il pass per la finale regionale, in programma martedì, in gara secca su campo ancora da designare, contro la Puteolana, che ha battuto il Campagna nell’altra semifinale in programma.

Così come nel match della settimana scorsa, sono i costieri di mister Nardo a fare la gara. Fin dalle prime battute i biancoazzurri premono sul pedale dell’acceleratore, costringendo gli irpini a rintanarsi nella propria metà campo. L’assedio di capitan De Maio e compagni viene premiato al 20’ con il gol di Schiavone che con un diagonale micidiale non lascia scampo a Boglione. Non pago del vantaggio, il Sant’Agnello continua a premere, creando occasioni su occasioni: alla mezz’ora Perinelli colpisce la traversa di testa, poi il portiere di casa si erge a protagonista e sbarra la strada a Musso.

Nella ripresa, nonostante il rosso a Fiore, è sempre il Sant’Agnello a fare la gara, ma l’enorme mole di gioco creata dai biancoazzurri non trova la giusta finalizzazione. Dall’altra parte, il San Tommaso appare assolutamente inerme e non riesce mai ad impensierire seriamente la porta difesa da Napolitano.

A fine gara, è al settimo cielo l’allenatore santanellese, Francesco Nardo: “I ragazzi hanno disputato una gara perfetta. Il match, allo stesso modo di quello perso ai rigori la scorsa settimana, è stato assolutamente a senso unico e la dimostrazione di ciò è che il San Tommaso ci ha mai impensierito. Ora ci attende la sfida più importante, contro la Puteolana, sicuramente la squadra che, insieme alla nostra, ha il maggior potenziale della regione. Sarà sicuramente una gara equilibrata, dove daremo il massimo per portare a casa il titolo di campioni della Campania”. In una serata di festa assoluta, il pensiero di mister Nardo va a Stefania Cafiero, persona legata ai colori biancoazzurri in maniera viscerale ma tragicamente scomparsa lo scorso mese: “Questa vittoria è dedicata a lei. E’ stata da sempre vicina a questa squadra e sono sicuro che anche martedì avremo un angelo che ci seguirà e ci condurrà alla vittoria

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!