Juniores: Il Sant’Agnello di capitan De Maio

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
Il capitano dell Juniores Simone De Maio

Il capitano dell Juniores Simone De Maio

Il sottofondo è di quelli festosi, ma non troppo, “Un’intervista di qua, un’intervista di là, De Maio capità” questo il leit motiv del ritorno da Faiano per il Sant’Agnello di Francesco Nardo.
Non lascia trasparire nessuna emozione il classe ’96 Simone De Maio. Prodotto del vivaio in pianta stabile con la prima squadra da tre anni, ma che in questa stagione ha trovato poco spazio, “Avere un talento come Giuseppe Sibilli ti porta a lavorare con più serenità ed accettare le scelte del mister”.
Scelte che lo hanno spesso relegato ad essere il primo della juniores.
“Va bene così”, ammette il centrocampista costiero, “Abbiamo lavorato tanto per ottenere un traguardo importante e non vogliamo fermarci adesso”.
Nessuna sosta per il Sant’Agnello che dopo il primo passo falso con il San Tommaso ai rigori ha innestato la marcia giusta. Sempre in viaggio come a Faiano.
“Si esulta poco” ammette De Maio, “La testa è già alla prossima”. Testa alla prossima, maturità e gestione. “Non abbiamo preferenze nel sorteggio”, rilancia il centrocampista, “Noi ce la giochiamo con tutti”.
Tutti, quindi, senza voglia di rivalsa con gli irpini che li misero ko al primo turno, “Macché. Per la finale e oltre dobbiamo prenderle tutte”. Una vittoria e un approdo in semifinale tutto per una sola persona. “Il nostro percorso e le nostre vittorie sono tutte per il presidente Negri”.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!