Juniores, Musso e Sibilli portano il Sant’Agnello in semifinale

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

Continua, a gonfie vele, la corsa del Sant’Agnello verso il titolo regionale Juniores. Nella sfida secca dei quarti di finale dei play – off, disputatasi allo stadio “Sant’Antonio” di Montecorvino Pugliano, la formazione allenata da Francesco Nardo ha staccato il pass per la semifinale, battendo i campioni regionali in carica del Faiano con il risultato di 2-1.

Giuseppe Sibilli, decisivo anche con la Juniores

Giuseppe Sibilli, decisivo anche con la Juniores

La gara tra i biancoverdi ed i costieri prende subito un andazzo positivo per il club del presidente Alberto Negri: il Sant’Agnello, infatti, nella prima frazione di gioco é assoluto padrone del gioco e trova il vantaggio alla mezz’ora con l’argentino Musso.

Nella ripresa, iniziata con oltre un quarto d’ora di ritardo a causa della fitta nebbia scesa sull’impianto salernitano, la musica cambia: i costieri, con la testa ancora negli spogliatoi, subiscono il ritorno dell’ottimo collettivo di casa che al 62′ trova il pari con Annunziata. Il colpo ricevuto funge da sveglia al Sant’Agnello: Nardo, dalla panchina, ordina il ritorno al 4-3-3 ed i biancoazzurri ritornano a comandare le danz, fino a trovare il gol vittoria al 76′ grazie ad un calcio di rigore trasformato da Giuseppe Sibilli.

Al termine della gara, é raggiante l’allenatore santanellese, Francesco Nardo: “Stiamo rispettando in pieno le ambizioni d’inizio stagione. Sapevamo che questo gruppo aveva tutte le carte in regola per arrivare fino in fondo, ed i fatti ci hanno dato ragione. Ora aspettiamo con tranquillità il sorteggio per le semifinali, consapevoli che chiunque affronteremo il destino sará nelle nostre mani. Tra le tre possibili avversarie, la Puteolana é quella con l’organico migliore, il Campagna é la sorpresa ed il San Tommaso, avendola giá affrontata, mi fa meno paura. L’unica cose che chiedo all’urna é di giocare in casa: questo tour de force sta provando i ragazzi soprattutto a livello mentale. E per alcuni di loro, proiettati anche alla finale play – off con la prima squadra, questo potrebbe essere deleterio”.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!