Juniores: Sant’Agnello ai quarti col poker, Positano fine della corsa

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

logo junioresSant’Agnello ai quarti, San Vito Positano fuori dai giochi. E’ questo il bilancio delle formazioni costiere dopo il secondo turno della fase finale regionale del campionato Juniores.

Tutto facile per il Sant’Agnello in quel di Paolisi. La gara per la formazione di Francesco Nardo si mette in discesa dopo poco più di un minuto, il tempo che occorre a Marino per trafiggere l’estremo difensore di casa. Il raddoppio arriva, invece, al 10’ con Musso mentre già al 20’ Piacente mette in cascina il match siglando il gol del 3-0. Il prosieguo della gara è una formalità per i biancoazzurri che rischiano il minimo indispensabile, trovando, nella seconda frazione di gioco, il gol del definitivo 4-0 con Raganati.

Con l’onore delle armi, invece, si arrende il San Vito Positano in casa del Campagna. I giovani giallorossi fanno la gara per lunghi tratti e sfiorano il gol in più occasioni ma vengono puniti due volte dalla pià classica delle leggi non scritta del calcio: “Gol sbagliato gol subito”. Dopo aver fallito per due volte l’appuntamento con la rete, infatti, il Positano subisce la reazione dei padroni di casa che chiudono così il match in loro favore sul 2-0. “Nonostante la sconfitta sono orgoglioso di questi ragazzi – confida l’allenatore Antonio Guarracino. – E’ da fine agosto che si stanno allenando con grande applicazione ed i risultati si sono visti con la vittoria del girone. Anche oggi ho visto numerosi progressi da parte di tutto il collettivo: nonostante la sconfitta, infatti, non abbiamo mai demeritato. Ora l’unico pensiero resta la finale dei play – off con la Juve Pro Poggiomarino. Tanti degli interpreti della Juniores sono protagonisti anche in prima squadra ed è giusto che ricarichino le batterie in vista della sfida più importante della stagione”.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!