Juniores, rigori fatale per Sant’Agnello e Positano. Ma il cammino delle costiere continua

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
L'esultanza dei ragazzi di Guarracino dopo il vantaggio di Pollio (foto Fabio Fusco)

L’esultanza dei ragazzi di Guarracino dopo il vantaggio di Pollio (foto Fabio Fusco)

Undici metri fatale per Sant’Agnello e San Vito Positano nella prima fase dei play – off del campionato Juniores. Entrambe le compagini costiere, dopo l’1-1 al termine dei novanta minuti regolamentari e dei due tempi supplementari, si arrendono ai calci di rigore rispettivamente, i biancoazzurri al San Tommaso ed i giallorossi al Cilento Santa Maria. La sconfitta nella lotteria dei rigori non pregiudica, però, l’accesso al secondo turno di entrambe le compagini: secondo fonti ufficiose, infatti, sia Sant’Agnello che San Vito Positano dovrebbero essere tra le tre formazioni ripescate nel lotto delle perdenti in virtù della miglior posizione nella classifica della “Coppa disciplina”. L’ufficialità del ripescaggio dovrebbe arrivare già questo pomeriggio attraverso il canonico comunicato ufficiale della FIGC Campania.

SAN TOMMASO – SANT’AGNELLO 6-5 d.c.r. – Domina ma torna in costiera con le pive nel sacco la formazione allenata da Francesco Nardo. Nonostante l’impegno in trasferta sul campo di un’ottima formazione come quella irpina, il Sant’Agnello (rinforzato da Napolitano, Piacente e Giuseppe Sibilli, under in forza alla prima squadra) fa la partita per lunghi tratti, rendendosi pericoloso già dalle prime battute: al 7’, infatti, Musso ha l’opportunità di aprire immediatamente le danze ma dagli undici metri calcia clamorosamente al lato. Al 20’, invece, Sibilli fa il fenomeno e mette dentro l’1-0. Pochi minuti più tardi il San Tommaso ha un sussulto e trova il pari con Barletta che ribadisce in rete una respinta di Napolitano sul tiro di Bergamino. Il Sant’Agnello non si scompone dopo il pari, anzi continua a premere sul pedale dell’acceleratore ma, prima Raganati, poi Esposito, fanno scuotere i legni della porta difesa da Boglione. A metà secondo tempo i padroni di casa pareggiano anche il conto dei rigori sprecati: dal dischetto, infatti, Bergamino grazia Napolitano colpendo in pieno l’incrocio. E’ il preludio alla sfida dagli undici metri, che vede il Sant’Agnello sconfitto a causa degli errori di Ferraro e Piacente.

SAN VITO POSITANO – CILENTO SANTA MARIA 4-5 d.c.r. – Forse il più brutto Positano della stagione, cede il passo ad un non irresistibile Cilento Santa Maria. Seppur non in giornata, i padroni di casa dominano il match ma faticano a mettere all’angolo i ragazzi di Santa Maria di Castellabbate. A passare in vantaggio sono i ragazzi allenati da Antonio Guarracino: sugli sviluppi di un calcio d’angolo, infatti, Pollio è il più lesto a ribadire in rete dopo la traversa colpita da un compagno. Il Positano giochicchia, sembra non temere la timida reazione degli ospiti e trova per altre due volte la via della rete, ma in entrambe le occasioni l’arbitro annulla la realizzazione senza alcun motivo logico. Oltre alla giacchetta nera di turno, anche i pali (ben due) non permettono ai locali di incrementare il vantaggio, così, nel finale, un harakiri generale della retroguardia permette agli ospiti di pareggiare. Dopo i supplementari, terminati ancora in parità, nella lotteria dei rigori il Positano capitola: fatale è l’ultimi rigore di Iannucci, che calcia a lato.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!