Vollevy, Under 19/M: il Sant’Agnello perde la prima stagionale ma trova la semifinale

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

Apd U19Prima o poi sarebbe dovuto accadere. E, fortuna ha voluto, che la prima caduta stagionale della formazione maschile dell’APD Carotenuto Sant’Agnello sia avvenuta sul velluto. Nella gara di ritorno dei quarti di finale della fase regionale, disputata contro la G.S. Pallavolo Ariano Irpino tra le mura amiche della tendostruttura di viale “Dei pini”, i ragazzi allenati da Francesco Russo hanno assaporato, al tie – break, per la prima volta dall’inizio della stagione il sapore amaro della sconfitta. Un gusto nuovo, ben attenuato, però, dalla vittoria per 3-0 in terra irpina nella gara di andata che, nonostante il k.o. interno, permette a capitan Staiano e compagni di staccare comunque il pass per la semifinale, dove affronteranno la vincente della sfida tra Volalto 200 e ASD Volley Casoria.

LA GARA – La sfida contro l’Ariano parte subito con il piede sbagliato: forse appagato dal netto successo di gara 1, il Sant’Agnello comincia molle e svagato. Lo 0-4 iniziale suona come un campanello d’allarme e neanche le strigliate di Russo nel time – out sortiscono gli effetti sperati. A metà set, infatti, gli ospiti sono avanti 12 – 17 ma, con uno scatto d’orgoglio, i padroni di casa si portano sul 19 pari. Qui la sfida torna avvincente, ma l’Ariano si dimostra più pimpante ed ai vantaggi, con l’ultimo e decisivo errore di Pontecorvo, fa suo il primo parziale con il risultato di 24 – 26.

Il secondo set, invece, è tutto di marca Sant’Agnello. I costieri, infatti, cominciano a sciorinare pallavolo di qualità e dopo l’iniziale 5-5, grazie anche alle giocate di Fiorentino e Pontecorvo, si porta sul 6-12 al time out tecnico. Il vantaggio dei locali cresce battuta dopo battuta fino al pallonetto di Gargiulo che chiude i conti sul 25 – 13.

Il terzo parziale si apre con il forfait di Staiano: il capitano santanellese è costretto ad alzare bandiera bianca dopo aver poggiato il piede male a terra su un muro. Al suo posto, nel ruolo di alzatore, Evangelista. Già sicuro della qualificazione, Russo fa ruotare gli effettivi a disposizione ed il parziale prosegue con un sostanziale equilibrio. Si va avanti, infatti, quasi punto a punto sino al 22-22, poi il Sant’Agnello piazza l’allungo finale e si porta sull’1-2 chiudendo 28 – 26 con il punto decisivo di Coppola.

Sul 2-1 ed ormai estromesso dal discorso qualificazione, l’Ariano non molla e si dimostra osso duro. La formazione ospite, dopo l’iniziale svantaggio (9-5), recupera terreno e si porta sul 19 – 15, subendo, però, il ritorno dei padroni di casa che piazzano il break e si riportano in parità. Alla lunga, però, la maggior determinazione degli ospiti ha la meglio: il set termina 22 – 25. Si va, quindi, al tie break dove gli irpini, in piena trance agonistica, dopo lo 0-2 delle prime battute, inanellano una serie di punti che gli permette, complice anche le disattenzioni santanellesi, sul 10 – 4 ed, infine, sul 15 – 6 che permette ai ragazzi in casacca rossa di festeggiare la vittoria.

APD CAROTENUTO SANT’AGNELLO – ASD GS PALLAVOLO ARIANO IRPINO 2-3 (24 – 26, 25 – 13, 28 – 26, 22 – 25, 6 – 15)

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!