Massa Lubrense, Gargiulo:”Ci attende la mamma delle partite”

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
Il 2-2 di Pimonte permette al Massa di Gargiulo di giocare il play-out in casa

Il 2-2 di Pimonte permette al Massa di Gargiulo di giocare il play-out in casa

“Abbiamo fatto il primo passo, ma adesso c’è la mamma di tutte le partite”.
Mister Luigi Gargiulo riesce a ribaltare il pronostico della vigilia, sfruttare l’euforia del Gragnano a proprio favore e riuscire con Volpe e Cacace ad arrivare al play-out interno. Un pareggio per 2-2 in rimonta, complice anche le espulsioni che permette al Massa di giocare in casa contro il Pontecagnano lo spareggio play-out.
“Non è una partita già vinta” analizza il trainer del Massa Lubrense, “Forse è meglio aver trovato proprio il Pontecagnano”.
Un Pontecagnano che al Cerulli è passato solo 15 giorni fa, perché “Confido nella voglia di rivalsa da parte dei miei ragazzi usciti con le ossa rotta dalla sconfitta casalinga. Ci sarà determinazione a mille”.
A mettere dentro le reti dei nero azzurri due massesi doc: Volpe e Cacace.
“E’ un caso, ma bravi loro che si sono fatti trovare pronti” spiega Gargiulo, “15giorni fa le sostituzioni non avevano inciso, contro il Gragnano si, ma adesso è tutto da giocare”.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!