Sorrento – Torrecuso: Le statistiche

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

DSC_0007La trentunesima giornata del girone I metterà di fronte, allo Stadio Italia, Sorrento e Torrecuso. I rossoneri arrivano all’ennesimo derby campano con la voglia di porre fine ad una serie negativa che ha fatto precipitare la squadra del neo allenatore Pirone al terzultimo posto, col rischio retrocessione diretta. Il Sorrento ha assoluta necessità di invertire un trend da brividi. Peggior attacco del girone con appena 26 reti (il solo Galizia ne ha segnati ben 21) mentre tra le mura amiche è andato a segno soltanto 16 volte. Peggio han fatto soltanto Due Torri (14) e Marcianise (15). Lo Stadio Italia deve necessariamente  tornare ad essere un fortino inespugnabile. Dei 28 punti totali, 20 son giunti davanti ai propri supporters, anche se dopo l’ultimo successo targato Majella contro la Leonfortese ( 15 febbraio sul neutro di Massaquano) nessuna gioia con 3 brutti ko consecutivi contro Due Torri, Noto e Neapolis.

In più, il Sorrento arriva a questa sfida reduce da 1 pari e 6 ko nelle ultime 7 gare con nessun gol realizzato e 9 subiti.

Il Torrecuso, pur trovandosi in piena zona play-off non attraversa il miglior momento della stagione. I sanniti son tornati alla vittoria domenica scorsa contro la Battipagliese (2-1) dopo aver collezionato un pari (Montalto) e due sconfitte (Due Torri ed Akragas).
Analizzando i numeri, potrebbe essere davvero la partita della svolta. Il Torrecuso vanta il settimo peggior rendimento esterno con soltanto 16 punti raccolti, frutto di 4 vittorie, 4 pari e 7 sconfitte in 15 uscite e l’ultima vittoria in trasferta risale addirittura al 16 novembre, quando i rossoblù espugnarono il campo del Due Torri per 1-0 con gol del solito Galizia. Da allora 6 sconfitte (Battipagliese, Neapolis, Roccella, Rende, Gioiese ed Akragas) e 3 pari (Frattese, Tiger Brolo, Montalto).

La compagine sannita torna a viaggiare in Costiera a distanza di due anni, dopo il Campionato di Eccellenza 2012/2013 concluso al secondo posto alle spalle del Vico Equense, ma ugualmente culminato con la storica promozione in Serie D in seguito alla conquista dei play-off nazionali. Ad ottobre 2012 i rossoblù incassano una sconfitta di misura (2-1) a Vico Equense. Conti pareggia il gol di Cirillo, ma la firma da 3 punti è di Romano. Sarà l’unica sconfitta in Penisola. Il mese successivo, a Massa Lubrense, i sanniti si impongono per 2-0 grazie ad un’autorete di Cantilena e un centro di Grezio. Ad aprile 2013 Carotenuto, Montaperto e Zerillo trovano la zampata vincente contro il S.Agnello. Di Inserra il momentaneo 1-2.

Giovanni Minieri

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!