Juniores, Positano primo nel girone. Guarracino: “Giusto riconoscimento al lavoro in prospettiva”

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

GuarracinoE’ un successo importantissimo e, soprattutto, il giusto riconoscimento ad un lavoro in prospettiva che è stato sin dall’inizio della stagione l’obiettivo primario che ci siamo posti in sede di programmazione”. Il primo posto nel girone ed il conseguente accesso ai play – off della sua Juniores riempie d’orgoglio Antonio Guarracino. Il tecnico carottese, infatti, oltre ad allenare la prima squadra, dirige anche la formazione che, vincendo 5-2 nell’ultimo turno del girone G di Attività mista, si è assicurata l’aritmetica vetta del girone, chiudendo con 59 punti, +7 rispetto al Sant’Agnello, secondo in classifica ma con due gare ancora da disputare: “Non posso che essere soddisfatto di questa cavalcata – ammette il tecnico giallorosso. – Grazie ad una continuità di risultati crescente, siamo riusciti a metterci alle spalle società di categoria superiore che, sulla carta, avevano sicuramente organici più attrezzati del nostro. Squadre come Sant’Agnello, Real Vico e Scafatese hanno calciatori forse con più qualità dei nostri, ma alla fine ha avuto la meglio il cuore e la voglia di emergere dei miei ragazzi. La svolta c’è stata nel match di andata contro il Sant’Agnello: perdemmo 2-0, sbagliando peraltro un rigore quando eravamo sotto di un gol. Ma lì capì che con questo gruppo mi sarei tolto grosse soddisfazioni. Nonostante abbiamo giocato con sette giovani nati nel 1999 c’è stata una crescita netta gara dopo gara che ci ha portato a lottare per le posizioni di vertice. A gennaio, poi, gli arrivi di Volpe, Riso e D’Alesio, che si sono affiancati ad elementi di valore come Iannucci e De Filippo, ci hanno permesso di fare il decisivo salto di qualità”.

Tra i vate della categoria (è, infatti, nonostante la giovane età, al quinto pass per la seconda fase staccato dopo i quattro ottenuti con il Sant’Agnello) Guarracino è entrato nella storia del San Vito Positano. Mai, infatti, la società giallorossa aveva ottenuto un risultato così brillante con la formazione juniores: “Per me è un onore – commenta il “dominus” dei costieri. – Ma sono ancora più contento perché l’obiettivo è stato raggiunto grazie soprattutto al contributo dei tanti ragazzi del posto che ho avuto in rosa. Dal punto di vista personale, questa soddisfazione è l’ennesima dimostrazione che il mio lavoro si basa sulla continuità e la programmazione. Prima di fare grandi cose, è giusto costruire basi solide. Per questo affronteremo questi play – off in maniera serena, senza l’assillo della vittoria. Abbiamo tanti ragazzi sotto età, ma quest’esperienza li aiuterà a crescere ancora”.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!