Vela: My Dreams prima della classe

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
Arianna LNI Vico Equense

Arianna LNI Vico Equense

Nelle acque di Torre del Greco, si è disputata Domenica, la terza prova del Campionato Primaverile Vele di Levante, l’ Aequinotium Vernum Veli, organizzato dalla Lega Navale. La partenza fissata per le ore 11:30 è slittata alle 12.35 quando gli UDR (ufficiali di regata) davano inizio alle operazioni. Il vento ruotava da N a O-NO facendosi sempre più intenso nel corso della competizione.
In una regata che ha messo a dura prova sia gli equipaggi  che  attrezzature, con vento da maestrale con punte oltre i venti nodi,  ancora una volta, il Comet 1000 My Dreams di Amedeo Zezza,  si è affermato nella sua categoria, classificandosi secondo in classifica overall, preceduto solamente da First Lady di Alberto Papa. In classe Meteor, Arianna della Lega Navale di Vico Equense, dopo la prima bolina nettamente in testa, si è dovuta accontentare della terza piazza a causa di una avaria, così come ci ha commentato il prodiere Fulvio Starace : “quando sembrava che la vittoria non poteva sfuggirci, la rottura del tangone, non ci ha permesso di issare lo spinnaker, consentendo il recupero dei nostri avversari, ai quali vanno comunque i nostri complimenti”

Classifiche Trofeo Equinozio

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!