Massa Lubrense, Aiello:”E’ tempo di dimostrare che siamo grandi anche lontano da Massa”

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
Affida ai Facebook i buoni propositi bomber Aiello in casa Massa

Affida ai Facebook i buoni propositi bomber Aiello in casa Massa

“Ora è tempo di dimostrare anche lontano da Massa che siamo diventati grandi”.
Pasquale Aiello lascia ad internet il proprio stato d’animo in vista del delicatissimo match di Ariano Irpino.
L’attaccante del Massa Lubrense sul proprio profilo Facebook sintetizza i sette giorni trascorsi e coronati con il successo contro il Campagna.
“E’ stata una settimana di impegno,di applicazione,di concentrazione,di voglia di dimostrare che non valiamo la pessima posizione di classifica che occupiamo”, scriva il bomber nero azzurro, “Poi è arrivata la domenica e dopo un primo tempo giocato in modo contratto, nel secondo è venuta fuori tutta la grinta e la voglia di vincere che avevamo dentro”.
Parole dette da un decano del club di via Arenaccia. Una bandiera che è sempre stata piantata ai sedici metri degli avversari.
“Ancora una settimana come quella scorsa e poi sarà ancora domenica e ancora una volta dovremo dare il massimo per prenderci con forza quello per la quale sudiamo in settimana” tuona Aiello che vuole tornare al gol pesante, quello da tre punti, per regalare un successo ai costieri che manca da novembre quando si espugnò il Varone.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!