Sorrento, le prime parole del presidente Genovese: “Passaggio di quote fatto. Il primo obiettivo è restare in D, poi in 3 anni estinguo il debito”

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
Damiano Genovese (foto Penna)

Damiano Genovese (foto Penna)

Nuova era per il Sorrento calcio, Damiano Genovese è il nuovo azionista di maggioranza del sodalizio rossonero: “il passaggio delle quote e stato fatto e sono il nuovo presidente del Sorrento calcio”.

Comincia così l’era Genovese: “Sto guardando già a giugno, ma il primo obiettivo è salvare la categoria”. Il primo passo è stato il cambio di tecnico: “ Dieci giorni fa dissi che Chiancone non era idoneo al nostro progetto. Ho chiesto a mister Cioffi di venire e puntare alla salvezza” – continua il patron –  “Il programma? in tre anni dobbiamo togliere i debiti lavorando e valorizzando i giovani del nostro settore giovanile”. E proprio dalla “cantera rossonera” prenderà linfa vitale il nuovo Sorrento: ““Il Sorrento è stato e continua ad essere, uno dei settori giovanili più forti della Campania – afferma Genovese – “quindi punteremo ad investire sui giovani ed alla crescita del nostro vivaio”.

Il “progetto Sorrento”: “ Guardo al calcio come ad un’ azienda. Ho deciso di lasciare le mie attività per seguire a tempo pieno il calcio che vedo come impresa sotto tutti i punti di vista”. Genovese continua: “Il campo? L’amministrazione non ha cacciato nessuno. Ha solo comunicato al Sorrento del debito in sospeso. La vecchia proprietà aveva deciso di andare via. Io ho chiesto quali erano le condizioni per tornare – continua il presidente – Aspetto la risposta del Comune, per adesso non abbiamo una convenzione e quindi non possiamo ancora allenarci a Sorrento”.

Il discorso si sposta poi ai progetti futuri: “Non faccio promesse. Ma io, in futuro, non ho problemi a fare anche la Lega Pro – confessa il numero uno della società costiera: “Ma dobbiamo strutturarci per non trovarci impreparati. Il mio obiettivo è valorizzare e dare spazio ai giovani”. “Se si avvicinasse qualche sponsor, per me sarebbe importante, ma andrebbe ad estinguere il debito. Per la gestione ci penso io”. Poi ancora sullo staff tecnico: “Borrello? Avete un grande direttore del settore giovanile. Lui ha capito subito le mie intenzioni e fa parte dello staff. Conosce tutti i ragazzi della Campania e sta facendo un grande lavoro. Abbiamo con noi una persona valida”. Ed infine sulla gestione della scuola calcio: “ E’ sempre Sorrento calcio. Da giugno ci occuperemo anche di questo. So che stanno lavorando bene”.

Fonte: Ufficio stampa Sorrento calcio

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!