Slalom, dominio Autosport Sorrento a Ravello: vince Salvatore Castellano

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
Salvatore Castellano, vincitore del II slalom di Ravello, sulla vettura del fratello Sebastiano

Salvatore Castellano, vincitore del II slalom di Ravello, sulla vettura del fratello Sebastiano

Non poteva iniziare al meglio la stagione slalomistica per i piloti Radical. Infatti, nella seconda edizione dello slalom di Ravello, è stato netto il dominio di Salvatore Castellano, in gara con la vettura del fratello Sebastiano. Il più grande dei Castellano “brothers” ha preceduto il sempreverde Cataldo Esposito alla guida di una vettura gemella (Radical SR4 – Suzuki 1600) a quella di Salvatore, vetture ambedue curate nella factory del team in quel di Sarno. Sul gradino più basso del podio, invece, il veterano Luigi Vinaccia.

Su una vettura gemella, sempre schierata dal team Autosport Sorrento, ma della classe più piccola (1300) quinta piazza assoluta (e leadership di classe) per il presidente/pilota della Tramonti Corse, Pietro Giordano, che ha preceduto la vera sorpresa della gara, ossia il pilota “locale” (nonchè uno dei promotori della gara) Antonio Paolillo, sesto assoluto con la sua piccola SR4 a motore Kawasaki di soli 1.200 cc.

Appena fuori dal top ten Roberto Ruocco (Radical SR4 – Suzuki 1300) che paga il non aver provato mai la vettura se non nella ricognizione della gara, mentre il “debuttante” (su Radical) Saverio Miglionico è stato rallentato da qualche birillo di troppo, dopo aver fatto registrare un crono che lo avrebbe issato al quarto posto nella classifica generale.

 

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!