Sorrento: Damiano Genovese pronto a rilevare il club

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
L'avvocato D'Angelo pronto a cedere il Sorrento

L’avvocato D’Angelo pronto a cedere il Sorrento

La love story tra il Sorrento e il suo amministratore unico sembra sul viale del tramonto. L’epoca Francesco D’Angelo potrebbe terminare nel corso della prossima settimana. Si, perché dopo i presidenti onorari, qualcuno ha bussato alla porta del titolare del pacchetto di maggioranza del Sorrento Calcio.
Dopo i brevi interregni di Chiappini, Squillante e Bisogno in costiera dovrebbe sbarcare Damiano Genovese. Imprenditore edile di Avellino è a un passo dall’acquisto del club rossonero.
Giovedì sera un summit in Comune con il primo cittadino Giuseppe Cuomo e l’assessore allo sport Mario Gargiulo, come riporta Metropolis quotidiano. Un paio d’ore di confronto sul futuro della società con Cuomo e Gargiulo. Cioè quanto basta per capire che, su entrambi i fronti, c’è la determinazione adeguata per cambiare le carte in tavola e salire sul ponte di comando.
Genovese era alla ricerca di un club da circa un anno dopo diverse stagioni passati a guidare il settore giovanile dell’Avellino Calcio.
L’imprenditore irpino ha fretta e vuole chiudere presto il relativo passaggio di quote. Un passaggio che mai come in questo caso dovrebbe esserci.
La volontà di Genovese, manifestata anche nell’incontro con il sindaco, è quello di riportare la squadra in città. Il come è semplice trovando una strada maestra che porta alla soluzione del debito regresso del club verso l’ente locale di piazza Sant’Antonino.
Gli obiettivi? Anche quelli chiari. Rilancio del settore giovanile, blindare la serie D e puntare alla Lega pro nel giro di tre anni. Sono questi i punti chiave di un programma, quello di Genovese, che non s’è spaventato dell’ipotesi – concreta – di doversi accollare pure la corposa esposizione con l’Erario di un club che ha fame di calcio vero.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!