Futsal, Agerola fatale per l’Atletico Sorrento. Gargiulo: “Noi senza umiltà e spirito di sacrificio”

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
La rosa dell'Atletico Sorrento

La rosa dell’Atletico Sorrento

Svogliato, scarico e senza mordente, l’Atletico Sorrento, a quasi un girone di distanza dall’ultima sconfitta, riassapora nuovamente il sapore del k.o. arrendendosi ad un Real Agerola che, al contrario dei costieri, sotto la guida del nuovo allenatore Pietro Brancati, ha messo in campo anima e cuore, costringendo alla seconda battuta d’arresto stagionale i ragazzi allenati da Mario Russo. Una debacle pesante, soprattutto guardando alla classifica: in virtù dell’ennesima vittoria casalinga dell’Atletico Macerone contro lo Stabia to Win, i biancoazzurri cedono la prima piazza solitaria alla formazione di San Sebastiano al Vesuvio.

LA GARA – Nonostante il risultato finale non sorrida agli ospiti, l’avvio del match è di quelli che fanno ben sperare in un’altra prestazione con i fiocchi: dopo appena due minuti, infatti, De Vivo porta in vantaggio l’Atletico Sorrento con un preciso diagonale. Al 5’, però, arriva repentino il pareggio dei padroni di casa con un azione personale del capitano Nastri. I sorrentini accusano il colpo e dopo altri cinque giri di lancette incassano il 2-1 a firma di Buonocore. La reazione dei costieri non si fa attendere ed al 28’ arriva il 2-2 con un tap – in di Cuccaro. Sul finire di frazione, però, l’Agerola mette di nuovo il naso avanti, ancora con Nastri, che fissa il risultato all’intervallo sul 3-2.

Nella ripresa il copione non cambia: l’Atletico Sorrento in scena al “Pinetamare” è lontano parente di quello inarrestabile delle ultime uscite e puntualmente i padroni di casa ne approfittano ancora con lo scatenato Nastri che al 10’ porta i locali sul 4-2. Con un lampo improvviso, però, i costieri si riportano in partita, pareggiando i conti, nel giro di due minuti, ancora con le realizzazioni di De Vivo e Cuccaro. Ma un nuovo calo di concentrazione, al 25’, permette a Nastri di mettere a segno il poker personale. Nel finale gli uomini di Mario Russo hanno anche l’opportunità per il pareggio, ma Mansi neutralizza il tiro libero di De Vivo e chiude la pratica sul 5-4.

A fine gara, è inevitabile l’amarezza del presidente – giocatore Carlo Gargiulo: “Alla base di questa sconfitta c’è stata la mancanza di umiltà e spirito di sacrificio. Ma sono sicuro che sapremo riprenderci già dalla prossima sfida e continueremo a lottare fino alla fine per la promozione”.

REAL FUTSAL AGEROLA – ATLETICO SORRENTO 5-4

Marcatori: 2’ De Vivo (S), 5’ e 30’ Nastri (A), 10’ Buonocore (A), 28’ p.t. Cuccaro (S); 10’ e 25’ Nastri (A), 16’ De Vivo (S), 18’ s.t. Cuccaro (S)

REAL FUTSAL AGEROLA: Mansi, Nastri, Coccia A. Imperati, Coccia B. Mascolo, Porpora, Brancati P. Brancati E. Buonocore, Apuzzo, Coccia B. All: Brancati P.

ATLETICO SORRENTO: Gargiulo S. De Vivo, Marcia, Maresca, Inserra, Vinaccia, Vacca, Cuccaro, Gargiulo C. Apreda, Manzo, Egro. All: Russo.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!