Il Massa rialza la testa: il tris al Sant’Antonio riapre la pratica salvezza

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  


inizioPRIMO TEMPO

7′ Ospiti pericolosi: Mascolo anticipa l’intervento in spaccata di Siniscalchi e s’invola sulla sinistra ma trova sulla sua strada un attento Stinga che in uscita bassa devia in angolo.

9′ Morella atterra Girace in area di rigore. Per il signor Di Maro non ci sono dubbi: tiro dal dischetto per i nerazzurri. Dagli undici metri si presenta Montaperto, ma Prete respinge. L’arbitro però comanda la ripetizione della battuta ed ammonisce Somma per proteste.

12′ Dopo tre minuti di proteste sul dischetto ancora Montaperto che cambia lato, Prete però intuisce di nuovo e devia in rete.

13′ Sugli sviluppi dell’angolo il Massa va in rete con una deviazione sotto misura di Aiello, ma l’arbitro annulla giustamente per la posizione di fuorigioco dell’attaccante nerazzurro.

18′ GOL MASSA LUBRENSE: Aiello va via sulla sinistra e serve al limite dell’area Girace, controllo e destro del classe 1996 non lasciano scampo a Prete.

25′ GOL SANT’ANTONIO ABATE: lancio perfetto di Ferraioli all’indirizzo di Cirillo, l’esterno giallorosso controlla a volo col tacco superando un disattento Izzo ed a tu per tu con Stinga lo infila col mancino.

35′ Sant’Antonio Abate in 10: secondo giallo per Morella, che dopo il fallo da rigore su Montaperto tocca con la mano un assist di Aiello e finisce anzitempo sotto la doccia.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

36′ GOL MASSA LUBRENSE: sugli sviluppi del calcio di punizione seguente, La Monica riceve defilato sulla destra e lascia partire un tiro cross perfetto sul quale si avventa Montaperto che da due passi, in spaccata, insacca.

44′ GOL MASSA LUBRENSE: La Monica conquista un gran pallone a centrocampo, avanza superando due avversari e scarica sulla sinistra per Breglia che di prima intenzione lascia partire un mancino secco in diagonale che, dopo il tocco inutile di Prete, termina prima sul palo e poi sul fondo.

(Dopo i due rigori sprecati, arriva la rete riparatoria di Sasà Montaperto)

(Dopo i due rigori sprecati, arriva la rete riparatoria di Sasà Montaperto)

46′ Angolo di Ferraioli, Romano U. colpisce di testa nel mucchio ma non trova lo specchio della porta.

SECONDO TEMPO

65′ Ci prova Breglia con una punizione da distanza siderale, palla a lato.

71′ Occasione per Aiello che, servito nel corridoio da Breglia, si lascia ipnotizzare dall’uscita bassa di Prete. Sull’angolo seguente, D’Esposito sfiora il gol sul secondo palo.

75′ Sinistro di Breglia da posizione defilata, Prete blocca la sfera in due tempi.

91′ Girace, su assist di Castellano R, sfiora il poker con un destro che termina di un soffio a lato.

Massa Lubrense – Sant’Antonio Abate 3 – 1
Marcatori: 18′ Girace (M), 25′ Cirillo (S), 36′ Montaperto (M), 44′ p.t. Breglia (M)
Massa Lubrense (4-4-2): Stinga; La Monica, Siniscalchi, D’Esposito, Izzo; Girace, Amita (dal 22’ s.t.Castellano R.), Vinaccia, Breglia; Aiello (dal 32’s.t. Schettino), Montaperto (dal 18’ s.t. Cacace). A disp: Fiorentino, Castellano A. Volpe, Esposito C. All: Gargiulo
Sant’Antonio Abate (4-3-3): Prete; Attore, Morella, Galasso, Donnarumma; Di Ruocco, Somma, Ferraioli; Cirillo (dal 39’p.t. D’Auria C.), Romano U. (dal 31’s.t. Romano P) Mascolo (dal 22’ s.t. Navas). A disp: D’Auria B. De Lucia, D’Amora, Cirillo All: Baratto.
Arbitro: Di Maro di Frattamaggiore (Romano/Maiorino)
Note: ammoniti: Somma (S), Morella (S), Vinaccia (M), Attore (S), Mascolo (S), Galasso (S); espulsi: al 35′ p.t. Morella (S) e al 21′ s.t. Ferraioli (S) entrambi per doppia ammonizione; calci d’angolo 10 – 5; recuperi: 3’ primo tempo 0’ secondo tempo; presenti circa 150 spettatori. Al 12′ p.t. Prete (S) para un calcio di rigore di Montaperto (M)

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!