Il Piano dura un tempo, al “Cerulli” è il Protopisani a festeggiare

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

Piano Pizzeria LuciaAl “Cerulli” di Massa Lubrense, il Piano Pizzeria Lucia si arrende con il risultato di 1-3 al Real Protopisani. La gara inizia male per i canarini, che già al secondo minuto subiscono l’1-0 sugli sviluppi di un corner, con il difensore avversario abile ad insaccare la palla in rete. Passano solo quattro giri di lancette ed il Piano ristabilisce la parità con un tiro di Calabrese che non lascia scampo all’estremo difensore avversario. Al 15’ grande occasione per lo stesso Calabrese che, a tu per tu con il portiere, spara alto. Il Protopisani gestisce ottimamente la gara, rendendosi pericoloso in più occasioni. Al 35’ un’altra grande occasione per i canarini, Persico taglia al centro e prova a sorprendere il portiere con un pallonetto che finisce di poco sopra la traversa. Dopo un minuto di extra time, il primo tempo finisce 1-1.

Nel secondo tempo, è il Protopisani a fare la gara. Gli ospiti trovano il goal su ancora calcio d’angolo grazie ad un’incornata sul secondo palo. I carottesi si rendono pericolosi in poche occasioni, ma non trovano mai il goal. Al 40’ arriva il terzo goal dei viaggianti, con una deviazione sugli sviluppi di un calcio di punizione che vale, dopo tre minuti di recupero, l’1-3 finale.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!