Real Vico, Guadagnuolo: “Il 200°gol lo dedico a me stesso. A Sant’Antonio Abate blindiamo i play – off”

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
Roberto Guadagnuolo con la maglia celebrativa dei 200 gol siglati in carriera

Roberto Guadagnuolo con la maglia celebrativa dei 200 gol siglati in carriera

E’ l’uomo del momento in casa Real Vico, ma non solo. Il fresco traguardo delle duecento marcature in carriera, tagliato sabato scorso nella sfida vinta per 2-1 dai vicani contro l’Eclanese, ha fatto in poco tempo il giro della Campania ed il suo eco è rimbombato in tutto lo stivale, al punto da meritare anche un post dell’account ufficiale della Lega Nazionale Dilettanti, che ha omaggiato le gesta dell’atleta napoletano pubblicando la foto della maglietta celebrativa regalatagli dai compagni al termine della gara. Per il “Pocho” Roberto Guadagnuolo, quindi, è tempo di godersi, finchè sono accese, le luci di una ribalta guadagnata col sudore di una carriera decennale che l’ha visto affermarsi come uno dei trequartisti più estrosi e decisivi del panorama dilettantistico campano.

“Duecento gol e non sentirli”. Eppure sono un traguardo che in pochi possono vantare di aver raggiunto. Soddisfatto di essere entrato in questa stretta cerchia di privilegiati?

“Ovviamente sì, anche se sono consapevole si tratti solamente di un obiettivo minimo. Ma è comunque motivo di orgoglio essermi tolto questa soddisfazione, visto che era da qualche anno che mi ero posto di tagliare questo traguardo. Il fatto che, poi, sia arrivato proprio il giorno del mio compleanno e sia risultato decisivo ai fini di una vittoria importante ha reso quella giornata ancora più indimenticabile. Così come la festa e l’applauso dei miei compagni nello spogliatoio al termine della gara”.

Hai una dedica particolare?

“Sì. Ma, anche a costo di sembrare egoista, il raggiungimento di questa meta la dedico solamente a me stesso. In passato ho sempre omaggiato parenti, amici e compagni di squadra, ma questo è il momento di pensare solamente a Roberto Guadagnuolo”.

Quando quel pallone è finito dentro il sacco sarai stato sicuramente travolto da un vortice di gioia ed emozioni. Ma, volendo passare in rassegna tutta la sfilza di gol che hai messo a segno in carriera, quale ritieni il più importante?

guadagnuolo-massa

Ancora il “Pocho” in azione con la maglia del Real Vico

“Ce ne sarebbero tanti, ma senza dubbio quello realizzato con la Casertana nella sfida contro l’Alba Sannio e quello messo a segno con la maglia del Vico contro il Torrecuso hanno entrambi una valenza speciale, perché arrivati in gare dal peso specifico importante”.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

Adesso, però, torniamo al presente. Il Real Vico, dopo un periodo di stenti, è tornato alla vittoria grazie anche al tuo gol. Siete usciti finalmente dal tunnel in cui vi eravate cacciati nelle ultime settimane?

“Assolutamente sì. Abbiamo attraversato un periodo poco felice, soprattutto a causa della sfortuna e degli infortuni pesanti che si sono susseguiti. Anche in questo periodo, comunque, la squadra è sempre stata viva ed ha continuato ad esprimere il gioco consueto, ma quando il pallone non vuole saperne di entrare diventa dura per tutti. In questa situazione, considerato anche la giovane età del collettivo, è forse subentrato anche un po’ di scoramento, ma adesso è tutto alle spalle”.

Periodo nero alle spalle, quindi. Ed, ovviamente, il Sant’Antonio Abate davanti gli occhi…

“Sarà una gara difficile. Loro sono una buona squadra, con alcuni giocatori, come Baldo Somma, di esperienza e qualità superiore alla media. All’andata ci misero in difficoltà e sono sicuro che anche domani sarà la stessa cosa, visto che hanno bisogno di punti per assicurarsi la permanenza nella categoria”.

Di punti, però, ne ha bisogno anche il Real Vico, ma per motivazioni completamente differenti. Ci sono, infatti, da blindare i play – off e mettere la ciliegina sulla torta ad una stagione fantastica.

“E proprio per questo saremo noi a fare bottino pieno domani. Vincendo avremmo quasi la certezza di essere dentro: l’obiettivo, infatti, è quello di evitare di finire dietro la Scafatese di dieci punti e giocarci così la semifinale play – off”.

Ai play – off ci sarà anche una tra Sant’Agnello e Gragnano. Per te chi riesce a spuntarla?

“E’ una bella lotta, entrambe hanno le carte in regola per festeggiare la D. Personalmente faccio il tifo per il Gragnano: ho tanti amici lì, tra cui il mio compare Polverino, e so che stanno attraversando una situazione non semplice a livello societario. Vincere per loro sarebbe una doppia impresa, perché hanno dovuto convivere con queste problematiche per tutta la stagione. Per il Sant’Agnello, invece, è tutto completamente diverso: è una squadra costruita per vincere ed a cui non è mai mancato nulla. Ed è per questo che sono moralmente obbligati a raggiungere la D”.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!