Juniores girone G, il punto: vola il Positano, Real Vico e Sant’Agnello inseguono

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
La Juniores del Positano prima dell'ingresso in campo per la gara contro la Pro Scafatese (foto Fabio Fusco)

La Juniores del Positano prima dell’ingresso in campo per la gara contro la Pro Scafatese (foto Fabio Fusco)

E’ una questione interna alla costiera sorrentina ed amalfitana l’esito del girone G del campionato Juniores. Le formazioni nostrane, infatti, continuano a monopolizzare il massimo campionato giovanile regionale, dando vita ad una competizione avvincente che si preannuncia battagliata sino all’ultima giornata.

A comandare le danze, quando si è già giunti alla sedicesima giornata, è il Positano di Antonio Guarracino, autentica rivelazione dell’anno. La formazione giallorossa, sapientemente guidata dal tecnico carottese, si trova saldamente in vetta alla graduatoria con trentasette punti. Il cammino dei positanesi è netto e senza intoppi, come dimostra l’ultima vittoria, ottenuta lo scorso lunedì al “De Sica” contro la Pro Scafatese, reduce da ben sei vittorie consecutive. Il risultato sorride ampiamente agli uomini di Guarracino, che s’impongono 4-1 grazie alle reti di Iannucci, Marciano, Mandara e Latino.

A ruota, staccato di sei lunghezze ma con il turno di riposo già osservato, c’è il Real Vico allenato da mister Cammarota. Anche per la formazione vicana l’annata, dopo quelle disastrose delle scorse stagione, è da ritenersi già ampiamente positiva, sia per i risultati che per la crescita dei ragazzi. Crescita testimoniata dal netto 5-2 rifilato, al “Comunale” di Massaquano, nell’ultimo turno ai cugini del Massa Lubrense (reti di Zarrella e Volpe per gli ospiti, Palumbo, De Falco, Cannavale, Veropalumbo e Gargiulo V. per i padroni di casa).

Al terzo posto, invece, a quota trenta, il Sant’Agnello allenato da Francesco Nardo. I baby biancoazzurri, a riposo nell’ultimo turno, dopo l’ottimo avvio di campionato hanno subìto un inaspettato stop alla seconda giornata di ritorno sul campo del Sant’Egidio. Sconfitta che ha fatto perdere terreno ai santanellesi, ora a -1 dal Real Vico.

In netta difficoltà, infine, il Massa Lubrense. I nerazzurri, allenati da Marcello Cacace, navigano nei bassifondi della classifica con solamente nove punti conquistati e l’infelice statistica di peggior difesa del raggruppamento.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!