Speciale big match, gli allenatori| Qui Sant’Agnello, Turi: “Pochi errori e nervi saldi. Così si vince”

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
Mario Turi al fianco del presidente Franco Giglio

Mario Turi al fianco del presidente Franco Giglio

Chi sbaglia di meno e sarà bravo a mantenere i nervi maggiormente saldi avrà più probabilità di fare propri i tre punti”. Con un pensiero che ai più sembrerà banale ma dai contenuti tremendamente veritieri, a poche ore dal fischio d’inizio mister Mario Turi analizza quella che, senza dubbio, è la gara dal peso specifico più importante che il giovane tecnico santanellese abbia mai affrontato nella sua breve carriera da tecnico. Le gambe, però, come sarebbe anche giustificabile, non gli tremano affatto. Anzi la sua analisi è sempre lucida e precisa: “I numeri ed i precedenti di questa stagione hanno detto che le squadre si equivalgono. Per questo mi aspetto la classica gara decisa da un episodio. Allo stesso tempo, gradirei fosse un match spettacolare anche se sarebbe una beffa maggiore visto che solo in pochi potranno assistervi dagli spalti. E’ un vero peccato giocarla a porte chiuse, Sant’Agnello e Gragnano sono squadre allestite bene e che hanno dimostrato di avere le carte in regola per giocarsi la serie D, quindi avrebbero meritato una cornice di pubblico dignitosa”.

Lo spettacolo sarà comunque assicurato dai tanti top player per la categoria che pullulano da una parte e dell’altra degli schieramenti. Ma Turi, se potesse chi toglierebbe ai suoi avversari? “Nessuno – ammette il tecnico biancoazzurro. – Quando ci sono partite del genere è giusto che vadano in campo tutti i migliori. Dal canto mio mi aspetto una grande prova da parte dei miei uomini, ma soprattutto da chi andrà inizialmente in panchina e sarà chiamato a dare il suo apporto in corso d’opera”

In tanti vedono questo match come decisivo per il primo posto. Turi, al contrario, prova a dare una lettura diversa della situazione: “Le somme potremmo cominciarle a tirare solamente dopo che abbiamo riposato. Ovviamente questi tre punti sono pesantissimi: nei prossimi impegni, infatti, sono sicuro che il Gragnano steccherà poche partite”.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!