Sant’Agnello, Sibilli G. carica la squadra: “Battiamo la Vis Ariano per vendicare la sconfitta dell’andata”

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
Giuseppe Sibilli

Giuseppe Sibilli

E’ il suo magic – moment. Ed, insieme a lui, anche quello di tutto il Sant’Agnello. Ma guai a ricordarglielo o, tantomeno, a pensare che l’appagamento sia tale da giustificare un calo di concentrazione e, di conseguenza, delle prestazioni sul campo. A Giuseppe Sibilli, giovane ala del rooster a disposizione di Mario Turi, non bastano le tre reti messe a segno nelle ultime quattro giornate per ritenersi soddisfatto dell’operato suo e di tutta la squadra, in serie positiva da ben quindici giornate: “A livello personale – analizza il classe 1996 biancoazzurro, – sicuramente sto attraversando il momento migliore della mia stagione. Segnare tre gol nel giro di un mese, però, è un bottino appena sufficiente per quello che è il traguardo che mi ero posto ad inizio stagione: voglio, infatti, provare ad arrivare in doppia cifra”.

Obiettivo ambizioso, non c’è che dire. Ma non per questo irrealizzabile. Soprattutto perché, oltre ad una ferrea volontà, Sibilli jr. unisce anche un talento cristallino che va affinandosi partita dopo partita e che si rende sempre più indispensabile per il gioco di un Sant’Agnello che ha dimostrato di saper essere devastante proprio grazie alla qualità dei suoi esterni d’attacco: “Se le mie doti stanno venendo fuori il merito non è soltanto mio. Giocare in un ambiente sereno come questo è sicuramente un vantaggio. Così come condividere lo spogliatoio con calciatori che hanno fatto la storia del calcio campano e non solo: da loro, infatti, ho rubato alcuni segreti che mi stanno aiutando a migliorare. Su tutti, quello di essere sempre concentrato come se fosse l’esordio. Stando sempre sul pezzo è tutto più semplice”.

Virando dall’individuale al collettivo, il discorso non può non cadere sul prossimo impegno, in programma domani pomeriggio al “Marcellino Cerulli” di Massa Lubrense, contro la Vis Ariano. Una sfida dal sapore particolare, ovvero quello della vendetta: gli irpini, infatti, sono l’unica squadra ad essere riuscita a battere il Sant’Agnello nel girone di andata. Un sacco da tre punti che sta ripercuotendosi come un tamburo sulla classifica di capitan Russo e compagni, distanti un punto dalla capolista Gragnano che, peraltro, ha già effettuato il turno di riposo: “Sarà senza dubbio una sfida particolare – chiude Sibilli. – Quella sconfitta di un girone fa nessuno ancora l’ha digerita, quindi scenderemo in campo con la voglia di riprenderci quello che ci è stato sottratto lo scorso ottobre, ovvero la vittoria. Sicuramente non sarà facile, perché i nostri avversari navigano in zona retrocessione e sono alla ricerca disperata di punti salvezza. Ma noi saremo più affamati di loro e continueremo la nostra marcia”.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!