Non bastano Porzio e Gargiulo al Positano

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
Un goal che è servito a poco quello di Luigi Gargiulo

Un goal che è servito a poco quello di Luigi Gargiulo

È un San Vito Positano che mastica amaro per l’occasione di agguantare il Pro Poggiomarino sconfitto a Pagani.
La compagine di Guarracino si ritrova per due volte in vantaggio, ma non riesce a gestire il margine contro la quartultima forza del girone: Neapolis.
Apre le danze al quinto Luigi Gargiulo su azione d’angolo, ma il vantaggio dura poco. Pareggio di Bevo su rigore, alquanto dubbio.
A poco dalla chiusura della prima frazione è Porzio a pescare il jolly su punizione.
Ancora una volta on basta il piccolo margine ai giallo rosso che vengono agguantati sul filo di lana della prima frazione da Focaccio.
“Purtroppo oggi non siamo riusciti a raggiungere la seconda piazza, ma va bene uguale”.
Antonio Guarracino è costretto a mordere il freno.
“Purtroppo il campo pesante non ci ha reso la vita facile”, puntualizza il trainer costiero, “Non mi va di riprendere i ragazzi perché siamo reduci da otto risultati utili consecutivi e nella testa questa continuità si è accusata”.
Non molla la voglia di agguantare il miglior piazzamento play-off.
“Non ci siamo riusciti con la Neapolis ci proveremo il prossimo turno con uno sforzo ancora maggiore”.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!