Sant’Agnello – Massa Lubrense 2- 0, le pagelle ai santanellesi: che esordio Piacente, Pignalosa allergico al goal

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
(Giovanni Micallo - foto Galano)

(Giovanni Micallo – foto Galano)

Napolitano 6: Pomeriggio di totale riposo per il giovane numero uno santanellese. Il Massa, infatti, tira verso i suoi pali con il contagocce e con altrettanto poca convinzione, facendogli praticamente il solletico.

De Stefano 6,5: Adattato terzino destro per necessità, sale sul motorino al fischio d’inizio e lo ripone sul cavalletto al triplice. La sua spinta continua sull’out è manna dal cielo per la manovra dei centrocampisti che trovano aria e spazio dal suo lato con costanza.

Micallo 6: Gli tocca affrontare un Cacace a mezzo servizio, compito che esegue sudando forse appena una delle proverbiali sette camice.
D’Agostino 6: Vedasi il compagno di merenda Micallo, con la differenza che il suo cliente é la brutta copia del Montaperto da 300 gol in carriera. Marcatura a parte, piace perché, quando serve, gioca senza fronzoli, come dimostrano i palloni sparati in avanti nei rari momenti di pericolo.
Piacente 7: Miglior esordio mister Mario Turi non poteva chiedergli. Annunciato appena venerdì e gettato immediatamente nella mischia, l’ex Juve Stabia dimostra subito di che pasta é fatto: dietro é una roccia, mentre in avanti ha fiato e gamba per affondare. E, soprattutto, un sinistro educatissimo, da cui partono cross perfetti, tra cui quello dell’1-0 firmato Giulio Russo.
De Rosa 5,5: Inizia con la marcia giusta e trova anche il gol, annullatogli, giustamente, per off-side. Poi scompare un po’ dai radar offensivi, costretto com’é a mettere la museruola ad un Breglia che corre al doppio della sua velocità.
Iennaco 6: Flangiflutti indispensabile della squadra, combatte a denti stretti su ogni palla che vaga nel suo raggio d’azione. Riuscisse a far girare la squadra come morde le caviglie degli avversari, sarebbe il migliore in campo per distacco (dal 16′ s.t. Sibilli S. 6,5: Entra quando il Massa é in dieci, ma non per questo trova steso davanti a lui un tappeto rosso. Nonostante, infatti, le attenzioni che gli riservano i dirimpettai nerazzurri, sale in cattedra all’istante e fa girare la squadra con ritmo e precisione)
Inserra 6: Gioca in modo scolastico, ma senza sbagliare nemmeno un passaggio. Con Vinaccia ed Amita è un continuo duellare spalla contro spalla senza vincitori né vinti, ma che mette pepe ad un primo tempo scialbo (dal 7′ s.t. Russo 6,5: Mezzo influenzato, ma comunque decisivo. Nell’unica palla giocabile che gli arriva nei sedici metri, sovrasta D’Esposito e timbra ancora il cartellino nel derby dopo la doppietta della gara d’andata).

(Giulio Russo - foto Galano)

(Giulio Russo – foto Galano)

Sibilli G. 7: É una spina nel fianco per la difesa nerazzurra, che fatica tremendamente a tenerlo a bada. Nello stretto, infatti, sfugge via come un’anguilla ed in campo aperto mette in mostra le doti da slalomista. In più mette la ciliegina sulla torta ad una partita perfetta con la mezza girata che inchioda il risultato sul   2-0.
Manco 6: Come da del tu lui al pallone, pochi altri dei colleghi presenti in campo sanno fare. Delizia il pubblico accorso a Massaquano con continui tocchi di fino, senza però risultare decisivo come in passato.
Pignalosa 5: Il colpo di testa dal dischetto del rigore sul cross di Piacente spedito centralmente tra le braccia di Fiorentino grida ancora vendetta: il miglior Pignalosa quel pallone l’avrebbe scaraventato in rete nove volte su dieci. Poco dopo ha un’altra occasione, sempre di testa, ma stavolta é Fiorentino a negargli il gol. Il suo resta comunque un mezzo caso: ristabilitosi dopo gli infortuni subiti, deve ritrovare ora la via della rete (dal 40′ s.t. Schiavone s.v.: Troppo pochi otto minuti di gioco per lasciare il segno in un match peraltro già scritto).
All.Turi ,65: Il 4-4-2 con cui manda in campo i suoi é il vestito migliore che potesse scegliere, perché esalta le qualità di Sibilli G. ed al contempo, grazie alla presenza di Iennaco, rappresenta il massimo della solidità. Ai fini dell’ottenimento dei tre punti il rosso a Montaperto gli spiana la strada, ma l’impressione é che anche con la parità numerica il Sant’Agnello avrebbe meritato gol e vittoria.
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!